Mercedes sotto investigazione. Un mistero avvolge il suo volante

0
2970

Mentre la F1 continua a girare per i test invernali sul circuito del Montmelo, scoppia un caso Mercedes. Sotto la lente d’ingrandimento il suo volante.

La Mercedes di Lewis Hamilton esce dai box nei test F1 di Barcellona (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)
La Mercedes di Lewis Hamilton esce dai box nei test F1 di Barcellona (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)

Che cosa si nasconde dietro lo “steering wheel” di Lewis Hamilton? Questa è la domanda che sta scuotendo e mandando in paranoia il paddock di Barcellona quando siamo appena alla seconda giornata di prove invernali sul tracciato iberico.

A suscitare perplessità circa la legalità dello sterzo della W11 sarebbe stato uno strano movimento dello sterzo del pilota delle Frecce d’Argento. Nello specifico un improvviso spostamento in avanti quando l’inglese era in rettilineo e poi di nuovo il ritorno in sede in entrata di curva.

L’azionamento del sistema, potenzialmente idraulico, sarebbe affidato alla discrezione di chi è alla guida. Infatti non in tutte le tornate monitorate si è visto il sei volte iridato replicare la manovra che di fatto incide sul movimento delle ruote anteriori. Ma che benefici dovrebbe portare questo escamotage tecnico?  Essenzialmente due, ovvero il miglioramento delle performance dell’auto nei cambi di direzione, e la diminuzione degli effetti del drag sul dritto.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ed è proprio qui che partono le dolenti note e le conseguenti polemiche che potrebbero portare al primo scossone stagionale quando il campionato non è neppure cominciato.

Secondo l’articolo 10.2.3 del regolamento tecnico, qualunque genere di modifica a livello di sospensioni può essere effettuata soltanto a veicolo fermo. Ciò significa che, qualora dovesse essere confermata l’influenza dello spostamento del volante in corsa con una miglioria della risposta della monoposto, la Mercedes sarebbe irregolare.

Qualsiasi strumento capace di alterare la configurazione o avere effetto sulla prestazione di ogni sezione del gruppo sospensioni è proibito“, cita in modo esplicito l’articolo 10.2.2, mentre con il 10.2.4 viene ribadito come non possa essere applicato alcun congegno elettronico in grado di sostituirsi al driver.

La Mercedes di Valtteri Bottas esce dai box nei test F1 di Barcellona (Foto Steve Etherington/Mercedes)
La Mercedes di Valtteri Bottas esce dai box nei test F1 di Barcellona (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Chiara Rainis