Alonso promette: “A Indianapolis ci sarò”. Ha già trovato un team?

0
94

Nonostante le recenti trattative fallite, Fernando Alonso è sicuro che sarà al via della prossima 500 Miglia di Indianapolis (forse con la McLaren)

Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis (Foto Shawn Gritzmacher/IndyCar)
Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis (Foto Shawn Gritzmacher/IndyCar)

Nonostante le recenti difficoltà a trovare una macchina, Fernando Alonso sarà regolarmente al via della prossima 500 Miglia di Indianapolis. È la promessa del due volte campione del mondo di Formula 1 ai suoi tifosi: “Ovviamente”, ha risposto ai microfoni del quotidiano sportivo spagnolo El Mundo Deportivo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“Ho detto, e lo sapete, che la principale sfida che mi sono posto in questa stagione per me più tranquilla, con meno gare, è inseguire la Triple crown”, ha aggiunto Nando, riferendosi al leggendario “triplete” dell’automobilismo, formato da Indy 500, 24 Ore di Le Mans e Gran Premio di Montecarlo, finora riuscito nella storia solo a Graham Hill.

I vani abboccamenti con Andretti

Quando i giornalisti gli hanno chiesto se abbia già in mano un contratto, la sua risposta è stata molto allusiva: “Che ne pensate voi?”. L’impressione che Alonso abbia già firmato con una squadra circola infatti anche nel paddock americano della IndyCar Series. A parlarne è stato Michael Andretti, proprietario dell’omonimo team con cui l’asturiano aveva tentato un accordo prima di ricevere, stando alle indiscrezioni, il veto del motorista Honda.

“Abbiamo lavorato sodo per firmare con Fernando”, ha spiegato Andretti, “ma alla fine non siamo riusciti a trovare un accordo e lui ha preferito scegliere una squadra che si adattasse meglio a lui e ha scelto quella strada”.

Alonso ci riprova con McLaren?

Questa squadra dall’identità tuttora ignota potrebbe essere la McLaren. Ovvero, l’ultimo team con cui Alonso corse in Formula 1, e con cui tentò l’assalto ad Indianapolis già l’anno scorso, chiudendo con un deludente flop: non riuscì infatti nemmeno a qualificarsi.

Il precedente da dimenticare avrebbe inizialmente dissuaso lo spagnolo dal riprovare con il team di Woking, ma non è detta l’ultima parola: “Prima Alonso non era nella nostra lista, ora sì”, ha rivelato il proprietario della squadra inglese, Zak Brown. “Ovviamente è una mega star, ha un talento immenso, ha già corso una 500 Miglia, quindi si tratta solo di assicurarci che la sua scelta sia positiva per i nostri due giovani piloti”. E chissà se questo matrimonio s’avrà da fare oppure no.

Fernando Alonso con il boss della McLaren, Zak Brown, alla 500 Miglia di Indianapolis (Foto Joe Skibinski/IndyCar)
Fernando Alonso con il boss della McLaren, Zak Brown, alla 500 Miglia di Indianapolis (Foto Joe Skibinski/IndyCar)