Al Montmelò un nuovo Leclerc: prende appunti e mangia poco

0
165

Il ferrarista Charles Leclerc si è presentato piuttosto cambiato a Barcellona. Visibilmente dimagrito, ha anche modificato il suo approccio ai test.

Charles Leclerc (©Getty Images)

E pensare che in teoria il problema peso non doveva essere più così rilevante come qualche anno fa, quando venivano praticati dei veri e propri digiuni manco i driver di F1 fossero modelli chiamati alla perfezione per poter fare bella figura in passerella. Invece, anche nel 2020 qualcuno ha deciso di mettersi a stecchetto per influenzare il meno possibile le prestazioni della vettura.

Nello specifico il monegasco della Rossa ha rivelato di aver buttato giù altri 4 kg. Non poco e non male per un ragazzo alto e dal fisico già asciutto come lui. In ogni caso per evitare di sembrare pelle e ossa, il 22enne ci ha dato dentro in palestra, compensando la perdita di chili con l’acquisizione di massa muscolare.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Passando invece dall’estetica alla pragmatica, Leclerc ha cominciato a prendere le misure della sua nuova SF1000 imitando il suo compagno di squadra Sebastian Vettel. Sulla scia del tedesco che, al momento del suo debutto in rosso si era fatto vedere in circuito con penna e taccuino, pronto ad appuntarsi tutti i dettagli della vettura e non solo, applicando in toto la classica pedanteria germanica, il #16 ha fatto lo stesso al Catalunya.

C’è molto lavoro da fare, per cui prendo nota delle osservazioni e dei commenti“, ha giustificato alla stampa questo suo inedito stile da professorino.  “Quando arrivo al briefing serale devo commentare oltre cento giri di prove, e c’è il rischio di confondersi, quindi meglio segnarsi tutto per poter ricordare le informazioni ed essere più precisi nel confronto con gli ingegneri”.

Charles ha comunque tenuto a specificare che per lui non è stata una prima assoluta, ma che già usava questo metodo nelle formule minori.

(©Charles Leclerc Fan Page)

Chiara Rainis