Autovelox abusivo: scatta 42.000 multe in un anno, Comune sanzionato

Un autovelox senza autorizzazione ha scattato oltre 40mila multe in un anno. Sanzionato il Comune di Ciampino che rischia un buco in bilancio da 3 milioni.

Autovelox (photo Pixabay)
Autovelox (photo Pixabay)

Un autovelox da record è in funzione dalla fine del 2018 al km 17 della via Appia Nuova, in grado di scattare oltre 42.000 multe in un anno. Peccato che l’impianto di controllo sia totalmente abusivo.

Ad installarlo è stato il Comune di Ciampino, ma senza l’autorizzazione della Anas che ha in gestione quel tratto di strada. Così Anas, dopo i vari reclami dei cittadini, ha deciso di multare l’amministrazione comunale, dando il via ad una battaglia legale fatta di ricorsi e controricorsi. Alla fine a spuntarla è l’Anas: la Prefettura di Roma, infatti, con un’apposita ordinanza ha rigettato il ricorso del Comune di Ciampino avverso al verbale di Anas per installazione abusiva dell’autovelox.

Ne consegue una montagna di ricorsi per richiedere la cancellazione di tante contravvenzioni da parte degli automobilisti rimasti “immortalati” dall’autovelox. L’Anas ha spiegato di essersi schierata contro questo autovelox a causa dei ricorsi da parte dei cittadini multati. L’impianto, infatti, è ben nascosto e scarsamente segnalato.

Le conseguenze per il Comune di Ciampino

Il risultato? Una valanga di ricorsi per far annullare le tante contravvenzioni prese dagli automobilisti: l’ordinanza della Prefettura, di fatto, dà il via libera alle contestazioni di chi si sente ingiustamente multato. Ma perché Anas si è scagliata con tanta veemenza verso questo autovelox? Semplice, essendo l’Appia una stata statale in concessione proprio ad Anas, la società è stata letteralmente subissata di ricorsi attraverso il Giudice di Pace e raccomandante da parte degli automobilisti multati.

Adesso l’amministrazione di Ciampino rischia di trovarsi un buco di circa 3 milioni di euro nel bilancio per i tanti risarcimenti che potrebbero esser intimati dai tribunali amministrativi. Ma l’autovelox incriminato non è ancora stato rimosso pur non essendo più in funzione. Su quel tratto di strada il limite di velocità massima consentito è di 60 km/h.

Autovelox