Lucio Pedercini è felice che il suo team sia riuscito a partecipare al campionato Superbike 2020. Il manager mantovano ha dovuto superare tanti problemi.

Lucio Pedercini Superbike
Lucio Pedercini (foto WorldSBK)

Il team Pedercini Racing prenderà parte al campionato mondiale Superbike 2020 regolarmente. Nonostante le difficoltà incontrate nei mesi scorsi, la squadra mantovana sarà al via già dal round di Phillip Island.

L’altro ieri l’annuncio del pilota scelto, ovvero Sandro Cortese. Il due volte campione del mondo guiderà una Kawasaki ZX-10RR, dopo aver corso con la Yamaha R1 del team GRT nel 2019 e aver svolto gli ultimi test SBK sulla Ducati Panigale V4 R della squadra Barni. Non sarà facile andare subito veloce in sella a una moto che non conosce e in una condizione tecnica inizialmente non ottimale.

Superbike 2020, Lucio Pedercini felice di essere ancora nel campionato

Lucio Pedercini ai microfoni di Speedweek ha manifestato la propria soddisfazione per essere riuscito a mettere insieme le risorse necessarie per correre ancora in Superbike: «Spesso mi è capitato di pensare che sarebbe stato impossibile esserci in questa stagione. Ma ho buoni amici che mi hanno sempre supportato, ho combattuto ogni settimana per farcela provando di tutto. Mi hanno dato forza, è stata un’impresa difficile. Dopo Natale mi sedevo a casa e non vedevo la luce in fondo al tunnel».

Per il team Pedercini Racing è stato fondamentale raggiungere un accordo con il nuovo sponsor Outdo, produttore cinese di batterie e appartiene a Zhangzhou Huawei Power Source Science & Technology Co. Ltd. Oltre 25 milioni di batterie vengono prodotte ogni anno e vendute in oltre 140 paesi. Importante anche l’intesa con Liqui Moly, azienda tedesca specializzata nella produzione di oli, lubrificanti e additivi.

Pedercini sa che non sarà un anno facile, soprattutto all’inizio, però è fiducioso per il futuro della sua struttura SBK: «Vogliamo fare un buon lavoro nel 2020 per essere più forti nel 2021. Non è che iniziamo da zero, ciò non renderebbe giustizia al lavoro fatto in passato. Ma dobbiamo farcela da soli. Non voglio commettere lo stesso errore che ho fatto l’anno scorso e fare troppo affidamento sulle altre persone. Ora stiamo facendo di nuovo tutto da soli e vogliamo crescere».

Kawasaki Team Pedercini Racing
La Kawasaki ZX-10RR del Team Pedercini Racing