MotoGP, Rabat: “Zarco dà stimoli. Continuo a sognare di vincere”

Esteve Tito Rabat per il campionato MotoGP 2020 vuole fare un salto di qualità rispetto agli anni passati. La presenza di Johann Zarco può aiutarlo a crescere.

Esteve Tito Rabat MotoGP
Esteve Tito Rabat (©Getty Images)

Il 2019 di Esteve Rabat non è stato positivo e di conseguenza per il campionato MotoGP 2020 ha grande voglia di rivincita. Il pilota spagnolo, confermato dal team Reale Avintia, avrà a disposizione una Ducati GP19 e sarà affiancato da Johann Zarco.

Avere un compagno come il francese sarà da grande stimolo per lui. L’ex rider di Tech3 Yamaha e KTM viene da un anno travagliato e a sua volta ha un enorme desiderio di riscatto. Le motivazioni non mancheranno all’interno della squadra guidata da Raul Romero, che ha anche rafforzato la partnership con Ducati.

Leggi anche -> Andrea Iannone, processo doping: la parola all’accusa

MotoGP 2020, gli obiettivi di Tito Rabat

Rabat in un’intervista concessa a Marca ha spiegato quali sono le sue ambizioni per il campionato MotoGP 2020 e approva le nuove gomme Michelin: «Penso che potremmo essere nel gruppo dal quinto al dodicesimo posto. Se non accadranno cose strane, sarà impossibile giocarsi podi e vittorie. Però possiamo essere in quel gruppo. Con le nuove gomme ho più aderenza posteriore e in curva posso concentrarmi sulla guida. Mi sento più sicuro. Questa gomma ti avvisa e per me rappresenta un passo avanti».

Sia nel team ufficiale Ducati che in quello Honda sono stati messi in evidenza aspetti negativi del nuovo pneumatico posteriore Michelin, ma Tito a guidare la GP19 si trova a suo agio. Ovviamente sa che dovrà migliorare tanto per essere competitivo, nonostante un contratto fino al 2021 che apparentemente lo mette al riparo: «Questo campionato sta cambiando sempre di più. Non hai niente di assicurato. Abbiamo bisogno di risultati. Devo alzare la testa, indipendentemente da tutto il resto. Di sicuro che non c’è niente. Qui si va giorno dopo giorno».

Il pilota spagnolo sa che la sua conferma nel team Reale Avintia potrebbe anche non essere scontata. Servono risultati. Avere Zarco come compagno rappresenta una motivazione utile ad alzare il livello: «Lui ha un contratto con Ducati e io con la squadra, ma mi hanno detto che avremo lo stesso materiale. Mi motiva molto la sua presenza, è uno stimolo in più. Mi mancava avere a fianco un pilota che avesse lottato per podi e vittorie in MotoGP. Mi dà le ali, non lo vedo così lontano».

Nonostante le stagioni difficili e la non militanza in un top team, Rabat continua a sognare per il suo futuro: «Ho il sogno di poter vincere gare, ma anche di essere in lotta per il titolo. Ecco perché continuo a correre, perché mi piace».