KTM ha tolto finalmente i veli alle livree delle moto del team factory e di quello clienti. Grandi novità di look per la squadra di Poncharal.

KTM
KTM

In casa KTM è tempo di presentazioni. La casa austriaca ha infatti deciso di mostrare al mondo le livree per il 2020. Nuovo look in maniera particolare per il team clienti che lascia il classico logo Red Bull per abbracciare quello della Cola prodotta sempre dall’azienda di Mateschitz. Restano invariati più o meno i colori anche se c’è una maggiore presenza forse di grigio in questo caso.

Il team di Poncharal veste, infatti, sulla fascia laterale la scritta iconica “Simply Cola”. Tutto invariato, invece, per il team factory, che invece mantiene la solita macchia blu con logo Red Bull sul classico fonda arancione, da sempre colore distintivo della KTM.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Grandi aspettative su questo progetto

Un progetto ambizioso e soprattutto tutto austriaco con KTM e Red Bull che vogliono sfidare i colossi giapponesi, in maniera particolare la Honda, con la quale da sempre non corre proprio buon sangue. Per questa stagione occhi tutti puntati su Pol Espargaro. Il pilota spagnolo, dopo aver brillantemente scalzato un anno fa Zarco da ruolo di prima guida vuole portare risultati più importanti a casa.

Nel 2019 il suo rendimento è stato molto lineare a parte un calo nel finale di stagione e ha chiuso all’11° posto con ben 100 punti. KTM però avrà l’attenzione del pubblico anche per due giovani talenti che ha messo sotto contratto: Binder e Lecuona, con quest’ultimo che è addirittura il pilota più giovane in griglia.

Questo 2020 sarà molto importante per la casa austriaca che sta facendo enormi manovre di mercato per mettere sotto contratto top rider in vista del 2021. Tra gli obiettivi di KTM ci sono sicuramente Dovizioso e Marquez, entrambi sono sponsorizzati dalla Red Bull e potrebbero decidere di cambiare aria e sposare il progetto arancione, ma solo a patto di trovare una moto già pronta per lottare per il vertice.

Antonio Russo

KTM
KTM