La Racing Point ha finalmente rivelato al mondo la propria vettura. La RP20 dovrà dimostrare di poter stare stabilmente in top10.

Racing Point
Racing Point

La Racing Point da tempo può avvalersi dei soldi di Lawrence Stroll, che dopo aver spinto il figlio Lance fino in F1 ora gli ha comprato il team in cui corre. Tanti gli sponsor arrivati insieme a lui in questi ultimi mesi e presto, dal 2021, arriverà anche la tanto attesa Aston Martin, che lascerà la livrea Red Bull per trasferirsi su quella della vettura rosa.

I due piloti, Stroll Jr. e Perez hanno presentato al mondo oggi la nuova RP20, una vettura che ha pretese importanti. Nell’ultima annata è arrivato un buon 7° posto nella classifica generale per team e i due driver, in particolare Perez, si sono resi protagonisti di ottime prestazioni.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Tanti soldi, ora si attendono i risultati

Le aspettative sono altissime, anche perché i soldi ci sono e anche gli sponsor. Naturalmente la Racing Point non ambisce al Mondiale, ma vorrebbe far parte stabilmente della top-10 con i suoi due piloti, magari con qualche acuto in qualche gara particolare. Non sarà semplice, la F1 ci ha insegnato in questi anni che i soldi non sono tutto. Basta chiedere alla Toyota, che pur spendendo miliardi non si è mai lontanamente nemmeno avvicinata alla Ferrari negli anni d’oro della Rossa.

Tra le grandi novità di questa stagione per Racing Point c’è lo sponsor BWT che quest’anno farà da title partner per la scuderia in rosa. L’azienda accompagna la scuderia ormai dal 2017, quando si chiamava ancora Force India, ma in questa stagione avrà un ruolo di maggiore rilievo sulle livree delle vetture.

Antonio Russo

Racing Point
Racing Point