In un terribile incidente sull’autostrada A1 all’altezza di Ospedaletto (Lodi), luogo in cui è deragliato il treno Frecciarossa circa dieci giorni fa, una ragazza ha perso la vita.

Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

Un drammatico incidente stradale si è consumato lungo l’autostrada A1 all’altezza di Ospedaletto, a pochi metri dal punto esatto dove è deragliato dieci giorni fa il treno Frecciarossa, causando la morte di due macchinisti. Secondo una prima ricostruzione, un’auto con a bordo quattro giovani ragazzi, intorno alle 5 del mattino di sabato 15 febbraio, si è ribaltata ed ha preso fuoco. Uno di loro è riuscito ad uscire ed estrarre gli amici dall’abitacolo prima che le fiamme avvolgessero il veicolo, ma purtroppo sul gruppo è piombato un uomo alla guida di un’auto che li ha travolti ed è scappato. Sul posto sono sopraggiunti i soccorsi del 118 che hanno trasportato in ospedale i quattro giovani. Purtroppo una ragazza di 21 anni, rinvenuta in arresto cardiaco dal personale medico, è deceduta poco dopo il suo arrivo in ospedale. Secondo una prima ipotesi, il conducente del veicolo con a bordo i ragazzi potrebbe essersi distratto alla vista del treno deragliato.

Lodi, incidente sull’autostrada A1 nei pressi del luogo del deragliamento del treno: giovane ragazza perde la vita

Una ragazza di 21 anni è deceduta ed un 25enne sarebbe ricoverato in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita. Questo il bilancio del terribile incidente consumatosi sull’autostrada A1 all’altezza di Ospedaletto (Lodi) durante le prime ore di sabato 15 febbraio. Secondo una prima ricostruzione, riportata dalla redazione de Il Giorno, un suv Nissan con a bordo quattro giovani, probabilmente di rientro da una serata, si sarebbe ribaltata prendendo fuoco. Prima che il veicolo venisse avvolto dalle fiamme, uno dei quattro passeggeri è riuscito ad uscire ed estrarre gli amici dall’auto, ma improvvisamente un’altra vettura è piombata su di loro travolgendoli. Sul posto sono arrivati i soccorsi che hanno trasportato i feriti in ospedale, dove purtroppo poco dopo una ragazza, Madeline Mora Ramirez, 25enne di Santo Domingo, ma residente in provincia di Parma è deceduta. Il conducente del suv andato a fuoco, un ragazzo di 25 anni sarebbe stato ricoverato in codice rosso, ma non sarebbe in pericolo di vita; solo qualche contusione per gli altri passeggeri. Dopo qualche ora, come riporta la redazione de Il Giorno, la Polizia ha rintracciato il conducente del veicolo che ha travolto i quattro ragazzi e, dopo essere stato sottoposto al test antidroga, risultato positivo, è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale: ora si trova agli arresti domiciliari. Tra le prime ipotesi su quanto accaduto c’è anche quella, secondo la quale il conducente del Nissan sia stato distratto dalla scena del treno deragliato lo scorso 6 febbraio che si trovava in prossimità del luogo dell’incidente. Non è escluso che possa essersi trattato di un colpo di sonno. Già nei giorni scorsi il prefetto di Lodi, Marcello Cardona, aveva parlato del rischio che poteva comportare la curiosità degli automobilisti nei confronti della scena del disastro ferroviario.

Leggi anche —> Treno Frecciarossa deragliato in provincia di Lodi: chi erano le due vittime

Treno deragliato Lodi
Il treno deragliato il provincia di Lodi (Getty Images)