Coronavirus, dalla Diamond sbarcano 300 passeggeri: 40 positivi al 2019-nCoV

0
81

A breve anche gli italiani a bordo della Diamond Princess potranno fare rientro a casa, intanto dei 300 americani sbarcati ben 40 di loro sono risultati positivi ai test sul nuovo coronavirus: i contagi a bordo della nave sono giunti a 356.

Coronavirus
(Getty Images)

Sono rimasti bloccati in quarantena per ben due settimane i 3.700 passeggeri  della Diamond Princess, quando finalmente nella giornata di ieri è iniziato lo sbarco a scaglioni. I primi a toccare la terra ferma sono stati 300 americani, di cui 40 risultati positivi al nuovo coronavirus. A breve sarà il turno anche degli italiani, stando a quanto riferito dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Sulla nave da crociera dal 4 febbraio attraccata nel porto di Yokohama in Giappone si sono registrati ben 357 casi di contagio.

Coronavirus, Diamond Princess: presto gli italiani sulla nave torneranno in patria

Torneranno presto a casa anche i 35 italiani in quarantena presenti sulla Diamond Princess, la nave da crociera attraccata dal 4 febbraio nel porto di Yokohama in Giappone. Ad assicurarlo il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, il quale ha affermato: “Dopo aver riportato Niccolò dalla sua famiglia, ci siamo messi subito al lavoro per i 35 italiani bloccati sulla nave da crociera Diamond Princess, in Giappone. Oggi posso dirvi – riporta Il Fatto Quotidiano- che partirà un volo anche per loro, lo abbiamo deciso ieri insieme al commissario straordinario, Angelo Borrelli, e al Ministro della Salute, Roberto Speranza“.  Intanto, i primi ad aver toccato terra, sono stati i 300 americani presenti a bordo, di cui 40 risultati positivi al nuovo coronavirus. Due Boeing 767 sono atterrati ad Haneda (Tokyo) e numerosi pullman sono accorsi sulla banchina del porto per recuperare i passeggeri statunitensi. “I contagiati – si legge in una nota congiunta  del Dipartimento di Stato e quello della Sanità Usa  riportata dalla redazione di Rainewssono state trasferite in modo rapido e sicuro in un’area di contenimento a bordo dell’aereo, secondo i protocolli standard“. Delusi dal proprio Paese i cittadini britannici, ad avviso dei quali la “Madre Patria” si sarebbe dimenticata di loro.

Intanto, in Giappone, sono state annullate le celebrazioni per il 60esimo compleanno dell’imperatore Naruhito a causa del rischio di un’espansione del contagio. I festeggiamenti erano in programmi per domenica prossima.

Leggi anche —> Coronavirus, predetto nel 1981: “Colpisce solo gli esseri umani”

Coronavirus Cina
(Getty Images)