Maverick Vinales ammette che il rinnovo con Yamaha non era affatto scontato. Ma alla fine ha preso la decisione migliore.

Maverick Vinales MotoGP Test Sepang
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales è passato dall’essere in bilico a pilota di punta della Yamaha. Fino al termine dell’anno scorso sembrava ad un passo dal passaggio in Ducati, ma il salto sulla Desmosedici è sembrato forse un’incognita dopo tre stagioni con la M1. Nella seconda parte di stagione 2019 lo spagnolo è andato in netto crescendo, tanto da guadagnarsi il terzo posto in classifica generale.

Nei test di Sepang non ha cercato il time attack, ha lavorato sull’evoluzione della moto e sul ritmo gara risulta tra i migliori. La firma anticipata con Yamaha ha l’obiettivo di porre la sua attenzione esclusivamente sulla sua prestazione in campionato, senza altre distrazioni. Ma prima ha dovuto chiarire diversi punti con la casa di Iwata. “Non è stata una decisione facile”, ha detto Vinales sul suo rinnovo di contratto. “Ho dovuto chiarire molti punti con la Yamaha perché non mi sentivo davvero bene l’anno prima”.

I cambiamenti nel box di Maverick

Nel 2019 sono state apportate alcune modifiche al suo equipaggio e ha sostituito Ramon Forcada con il neo capotecnico Esteban Garcia. Non ha condotto dialoghi diretti con altre squadre, ma ha lasciato che se ne occupasse il suo manager Paco Sanchez. “Non ero davvero coinvolto. Quando è arrivato il giorno ho preso una decisione. Mi sono sentito ben supportato dalla Yamaha. Quando eravamo in fabbrica ho visto molte cose positive. Poi abbiamo firmato il contratto. Ora ho tre opportunità per vincere il titolo”, ha detto lo spagnolo. “Abbiamo una buona atmosfera che non volevo distruggere. Questo è il motivo più importante e uno dei motivi più importanti per cui sono rimasto con la Yamaha”.

Per prepararsi al meglio a questa nuova avventura si è trasferito a Doha dove ha condotto la preparazione invernale. “Mi sento fisicamente e mentalmente pronto. Penso che come squadra possiamo farcela. Non ho pensato troppo alle altre squadre e se sarei dovuto rimanere o cambiare. Mi sono solo concentrato su me stesso”, ha concluso Maverick Vinales, “e ho cercato di migliorare.”

Leggi anche —> Valentino Rossi: “Dal 2021 firmo solo contratti di un anno”

Lorenzo, Rossi e Vinales (Getty Images)
Lorenzo, Rossi e Vinales (Getty Images)