Ferrari vs Mercedes vs Red Bull: il confronto tecnico tra le tre big della F1

0
7234

Svelate la Ferrari SF1000, la Mercedes W11 e la Red Bull RB16: mettiamo tecnicamente a confronto le tre vetture che si giocheranno il Mondiale 2020 di F1

La Ferrari SF1000, la Red Bull RB16 e la Mercedes W11 del Mondiale 2020 di Formula 1 a confronto (Foto Ferrari-Red Bull-Mercedes)
La Ferrari SF1000, la Red Bull RB16 e la Mercedes W11 del Mondiale 2020 di Formula 1 a confronto (Foto Ferrari-Red Bull-Mercedes)

Ora che le tre grandi della Formula 1 hanno finalmente svelato le proprie armi, le monoposto che si contenderanno il Mondiale 2020, possiamo azzardare il primo confronto tecnico tra le vetture più attese della stagione: Ferrari, Mercedes e Red Bull.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un confronto inevitabilmente parziale, visto che le versioni presentate alle cerimonie di lancio sono per forza di cose provvisorie. Ma, comunque, anche in questa fase le monoposto permettono di scorgere le filosofie progettuali che hanno animato i reparti ingegneristici dei top team. Primo fra tutti quello in comune tra tutti e tre: l’estremizzazione aerodinamica, spinta al massimo livello senza timori di provocare surriscaldamenti del motore e comprometterne dunque l’affidabilità.

Ferrari SF1000 in cerca di carico

Partiamo dalla Ferrari SF1000. L’avantreno è al momento difficilmente giudicabile: nella versione presentata a Reggio Emilia era un po’ più stretto, ma ancora pressoché identico a quello dello scorso modello. Tuttavia è facile aspettarsi che nel corso dei test pre-campionato di Barcellona verranno introdotti sviluppi anche in quest’area.

Molte, invece, le novità nella parte centrale della monoposto: dalle fiancate molto più ristrette ai deflettori decisamente più complessi. Il loro obiettivo è sempre lo stesso: rinunciare a un po’ della velocità di punta che era la principale caratteristica della vecchia SF90, a favore di un netto aumento del carico aerodinamico e quindi della guidabilità in curva e nei tratti misti.

Leggi anche —> Ferrari SF1000, analisi tecnica: tutti i segreti della vettura 2020 (GALLERY)

Mercedes W11 copia ed estremizza la Ferrari

Una direzione all’apparenza molto simile a quella seguita dalla Mercedes con la sua W11. Che però, almeno per quanto riguarda la rastremazione delle pance, è andata addirittura oltre, proponendo una veste più attillata che mai, grazie al lavoro sull’installazione del motore e sull’inclinazione dei radiatori.

Di chiara derivazione Ferrari è anche il rialzamento delle imboccature delle fiancate, che la Rossa aveva introdotto ormai tre anni fa. Ma l’obiettivo di fondo della Freccia d’argento, in realtà, è esattamente opposto a quello di Maranello: non la deportanza, ma la riduzione della resistenza aerodinamica in rettilineo, per avvicinare la velocità massima che era la vera arma in più del Cavallino rampante nel 2019.

La Mercedes ha poi lavorato in maniera evidentemente raffinata sull’assottigliamento del muso, sui triangoli delle sospensioni, sulle prese d’aria dei freni anteriori, sulle alette ai lati del telaio: tutte soluzioni pensate per pulire al massimo i flussi d’aria.

Leggi anche —> Mercedes W11 EQ: analisi tecnica della nuova monoposto

Red Bull RB16 rivoluzionata e avveniristica

Infine la Red Bull RB16, che più che sull’evoluzione ha lavorato sullo stravolgimento: il genio progettuale di Adrian Newey ha partorito un muso stretto come quello della Mercedes, con ben tre fori di alimentazione, e un fondo vettura lunghissimo, con un’aerodinamica ispirata all’effetto “inwash”, ovvero alla deviazione dei flussi verso l’interno delle ruote. Il retrotreno è rimasto invece più fedele al modello precedente, ma come le rivali ha optato per un dimagrimento delle fiancate più netto possibile.

Leggi anche —> Sul muso della Red Bull spuntano le “narici”: quale trucchetto c’è dietro?

Chi avrà lavorato meglio, dunque? Per ora ogni osservatore ha le sue opinioni e i propri punti di vista, e anche voi potete farvi il vostro parere. L’ultima parola, però, come sempre spetterà alla pista…

La Ferrari SF1000, la Red Bull RB16 e la Mercedes W11 del Mondiale 2020 di Formula 1 a confronto (Foto Ferrari-Red Bull-Mercedes)
La Ferrari SF1000, la Red Bull RB16 e la Mercedes W11 del Mondiale 2020 di Formula 1 a confronto (Foto Ferrari-Red Bull-Mercedes)