Proprio nell’anno della conversione da Toro Rosso ad Alpha Tauri, il team di Faenza ha deciso di “presentare” la nuova auto in Italia e di debuttare in pista a Misano. 

AlphaTauri (Facebook)
AlphaTauri (Facebook)

È evidente che a Dietrich Mateschitz possedere un junior team della Red Bull F1 con un nome italiano andava ormai stretto. In un mondo così tanto globalizzato le realtà locali sono destinate a soccombere, ed ecco spiegato il motivo per cui sul finale del 2019 la scuderia austriaca ha reso noto che per la nuova stagione avrebbe dato alla sua squadra minore una denominazione più cool adottando quella della sua marca di abbigliamento che cita la stella più luminosa del firmamento.

In pratica dal punto di vista del marketing fa più figo dire Alpha Tauri che Toro Rosso, quindi bene tirare una riga su passato anche se questa azione andrà a creare confusione e difficoltà di comprensione agli spettatori per assonanza con l’equipe del Biscione, ovvero l’Alfa Romeo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La cosa più divertente della questione è però un’altra. Tutto sembra maggiormente orientato verso l’Italia. Ad esempio la presentazione avvenuta venerdì sera a Salisburgo, è stata trasmessa in diretta su maxi schermo in piazza Duomo a Milano, dove tra l’altro l’AT01 ha fatto la sua apparizione sulla parete dalla Rinascente manco fosse l’Uomo Ragno. Da lì poi è stato tutto uno show con modelli incaricati di fare le veci dei piloti, come detto, in collegamento dall’Austria.

Come se non bastasse, lo shakedown, ovvero la prima uscita in pista della vettura, si svolgerà nelle prossime ore in terra romagnola, sul tracciato di Misano con Pierre Gasly a fare gli onori di casa. Per il francese da coprire ci saranno i soliti 100 km imposti dalla Fia per riprese a scopi promozionali.

“È eccitante poter rappresentare un nuovo brand“, ha affermato il driver di Rouen. “Sono ottimista perché come auto mi pare promettente e le informazioni emerse dalla galleria del vento sono positive e i progressi della Honda impressionanti. Il nostro target è la top 5 tra i costruttori“.

Leggi anche —> F1 2020: l’ex Toro Rosso AlphaTauri ha presentato l’AT01 (GALLERY)

(©Getty Images)

Chiara Rainis