Rumori dal tetto, una coppia rientra in casa dalle vacanze e fa una scoperta pazzesca: ecco cos’era successo

Rumori dal tetto
Rumori dal tetto, la scoperta è sconvolgente (foto dal web) 

Una coppia di San Cesareo, nel Lazio, di ritorno dalle vacanze, ha sentito rumori sospetti provenire dal tetto. I due coniugi hanno così fatto una scoperta sconvolgente: attaccato al tetto c’era un nido di vespe – della varietà così definita ‘Ammazzasomari’ – di ben 15 chilogrammi. Dimensioni del nido a dir poco spaventose: tra le travi e le tavole di legno del sottotetto, gli insetti avevano creato una ‘casa’ di 1 metro e mezzo di profondità e due metri di larghezza. Una parte dell’alveare proseguiva per più di un metro nell’intercapedine. Per poterlo rimuovere, è servito l’intervento di tre operai specializzati, che hanno dovuto lavorare per oltre un ora. Allarme negli abitanti delle case vicine, che temendo capitasse la stessa cosa nelle loro case hanno sollecitato lo spargimento nella zona di potenti insetticidi per tenere lontane le vespe. Si tratta di una categoria di insetti particolarmente pericolosa sia per gli esseri umani che per gli altri animali.