Rossi e Vettel: cosa faranno Ferrari e Yamaha se alla fine vincono loro?

Sebastian Vettel e Valentino Rossi potrebbero mettere in seria difficoltà Ferrari e Yamaha in vista della prossima stagione.

Sebastian Vettel e Valentino Rossi (Getty Images)
Sebastian Vettel e Valentino Rossi (Getty Images)

Sebastian Vettel e Valentino Rossi in un certo qual modo vivono destini incrociati. Il primo, infatti, non è sicuro del rinnovo e ha visto il proprio compagno di team firmare già il prolungamento di contratto sino al 2024. Il secondo, invece, deve decidere se proseguire o meno la propria carriera, ma si è ritrovato fuori dalla Yamaha ufficiale proprio per questo suo temporeggiare.

I destini di questi due grandi campioni sono incrociati in un certo senso. Entrambi, infatti, anche se in maniera diversa, sono stati spodestati da ruolo di prima guida da parte dei rispettivi team. La situazione più complicata è sicuramente quella di Vettel.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Vettel potrebbe diventare il caso più spinoso

Se Valentino, infatti, ha già un posto garantito nel team Petronas con trattamento da ufficiale e una carta d’identità che non farà avere troppi rimpianti alla Yamaha, diverso è il discorso per Seb. Il tedesco, infatti, è ancora oggi il secondo pilota più titolato presente nel paddock e con i suoi quasi 33 anni ha davanti a sé, tranquillamente, almeno altri 5 anni di carriera ad alti livelli come hanno fatto tanti suoi predecessori prima di lui.

Ferrari e Yamaha quindi, avendo preso queste decisioni con così tanto anticipo, potrebbero ritrovarsi con situazioni spinose da gestire. Se Valentino Rossi ad esempio dovesse chiudere davanti al proprio compagno di team il campionato, come in fondo ha fatto appena 2 stagioni fa, sicuramente non sarebbe piacevole per Yamaha che ha scommesso pesantemente su Vinales e Quartararo spedendo il Dottore nel team clienti.

Ancora più complicata, invece, la situazione in Ferrari. Come dicevamo, infatti, Vettel non è più giovanissimo, ma non è nemmeno già da pensione e davanti a sé in teoria ha ancora tante stagioni. A Maranello quindi non sarebbe facile gestire un eventuale titolo vinto dal tedesco nel 2020 con Leclerc che ha già in mano le chiavi della Rossa sino al 2024. Insomma per i team in questione non sarà semplice gestire queste eventualità, ma dal nostro punto di vista vorrebbe dire divertimento allo stato puro.

Antonio Russo

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)