MotoGP, Petrucci vuole convincere Ducati: “Devo andare forte”

Danilo Petrucci deve guadagnarsi la conferma da Ducati per il prossimi due anni di MotoGP. Il pilota ternano sa che altri colleghi vogliono il suo posto.

Danilo Petrucci Ducati MotoGP
Danilo Petrucci ai box nei test MotoGP di Sepang (©Getty Images)

Danilo Petrucci ha complessivamente deluso nel campionato MotoGP 2019. Al netto di alcuni guizzi, come la vittoria al Mugello, non è stata una buona stagione per lui.

Con il passaggio nel team ufficiale Ducati ci si aspettava un salto di qualità importante. Invece non c’è stato ed è normale interrogarsi sulla sua futura permanenza. La sua sella fa comodo ai piloti delle squadre clienti, da Jack Miller a Francesco Bagnaia passando pure per Johann Zarco. Il pilota umbro dovrà fare risultati per tenersela.

Leggi anche —> Ducati può ancora puntare Rins: “Con Suzuki non ho firmato”

MotoGP, Petrucci spera di restare in Ducati

Petrucci oggi è stato intervistato da Sky Sport MotoGP e a proposito del futuro si è così espresso: «Mi farebbe piacere rimanere, però adesso la cosa che voglio è andare forte e lottare per le posizioni che contano. Yamaha si è mossa presto sul mercato e fatico sempre a capire perché si facciano le cose prima del campionato. Poi magari durante l’anno i valori cambiano. Comunque a me interessa andare forte, voglio giocarmi i podi come nella prima parte della scorsa stagione».

Al pilota di Terni viene chiesto che sensazioni abbia sapendo che Ducati ha cercato Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Mancanza di fiducia verso di lui? Questa la sua replica: «Normale guardarsi attorno. Vinales e Quartararo volevano restare in Yamaha ancora prima di provare la moto in pista. A me la Ducati piace, ho una grande opportunità. Con questa moto ho lottato per fare terzo fino a due gare dalla fine. Posso sfruttare la chance che ho».

Petrucci pensa che Yamaha abbia un grande potenziale e può essere il team da battere nel campionato MotoGP 2020: «Nelle prove ufficiali ho visto i piloti Yamaha molto più cattivi del 2019. Saranno lo squadrone da battere, con 4 moto ufficiali, si sono confermati molto veloci dopo averlo fatto già nel finale della scorsa stagione. Dovremo impegnarci ancora di più per batterli».

Il rider Ducati ha anche espresso il proprio pensiero sulla mancata permanenza di Valentino Rossi nella squadra ufficiale Yamaha per il 2021 : «Un po’ mi ha sorpreso questa scelta, così come mi hanno sorpreso le mosse di chiudere subito per i prossimi 2 anni. Ma ho visto Rossi molto sereno, quindi penso che abbia massima libertà in ciò che vuole fare in futuro. Se dovesse continuare a divertirsi e ad essere veloce potrà continuare in Petronas, dove comunque i piloti hanno un assetto da ufficiali. Il team ha dimostrato di avere le idee molto chiare, sono molto pericolosi».

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (Getty Images)