Entro il 2100 le temperature diventeranno estreme e non è difficile da immaginare visto che l’inverno sembra una primavera solo a tratti un pò più rigida. Dovremo attenderci un caldo estremo in molte parti del mondo.

Entro il 2100 arriverà un caldo estremo
Fuoco e acqua (foto Pixabay)

In base a uno studio dell’Accademia cinese delle scienze di Pechino, pubblicato su Nature Communications, il numero di giorni esageratamente caldi durante le estati nell’emisfero settentrionale potrebbe arrivare a 32 cioè 4 quattro volte rispetto a ora. Forse invece di 32 però saranno 69 e potranno esserci picchi inimmaginabili di caldo estremo.

Secondo gli scienziati i cambiamenti climatici influenzeranno la frequenza dei giorni e delle notti calde.

Laura Wilcox dell’Università di Reading, Regno Unito: “La pericolosità di questi caldi estremi dipende dal fatto che non lasciano molta via d’uscita“.

E soiega: “Si pensa che giorni e notti caldi consecutivi siano ciò che rende le ondate di calore particolarmente pericolose, non si ha tregua dal caldo“, spiega la Wilcox.

Questo fenomeno potrebbe essere più avvertito e quindi pericoloso in Europa, dove l’aria condizionata nelle case non è ancora così diffusa.

Leggi anche —>Altalena climatica, meteo instabile: le previsioni per la settimana

La mappa dei luoghi che saranno interessati dal caldo estremo da qui al 2100

In base allo studio, i maggiori picchi di frequenza e intensità si verificherebbero negli Stati Uniti orientali, nell’Europa occidentale, nell’Asia occidentale e nella Cina orientale.

Secondo i ricercatori questo studio sarebbe il primo ad aver analizzato in questo modo i caldi compositi.

Inoltre, secondo gli studiosi la mancanza di dati per l’emisfero australe rende inutili i tentativi di elaborazione di modelli per l’emisfero sud e affaermano: “I risultati delle nostre analisi rappresentano un ulteriore promemoria della discrepanza tra gli obiettivi di Parigi e gli effettivi piani di attuazione per mantenere il riscaldamento al di sotto dei 2 C“.

Non basta, quindi, ciò che si è iniziato a fare da cittadini privati: occorrono cambiamenti sistematici e organizzati che possano impattare subito in modo importante su quest’emergenza spaventosa.

Entro il 2100 arriverà un caldo estremo
Disgelo (foto Pixabay)