Red Bull punta dritto al Mondiale: ecco perché ce la può fare

0
129

Le forme aggressive della nuova RB16 fanno presagire un netto cambio di ritmo da parte della Red Bull, vera rivale della Mercedes nel 2020.

La Red Bull in lotta con la Mercedes (Foto Charles Coates/Getty Images)
La Red Bull in lotta con la Mercedes (Foto Charles Coates/Getty Images)

Se per il campionato in avvio dal prossimo 15 marzo in Australia la Ferrari punta a confermarsi come la più competitiva in termini di prestazioni del motore, la scuderia energetica potrebbe invece rivelarsi la vera sorpresa delle prime gare andando ad insidiare sin da subito le dominanti Frecce d’Argento.

A rendere favorita la squadra austriaca rispetto alla Rossa nella rincorsa ai tedeschi è il fatto che da Melbourne scatterà con un solo nome su cui far convergere tutte le energie, ovvero quello di Max Verstappen. Non è un mistero per nessuno e lo stesso talent scout Helmut Marko lo ha ripetuto un’infinità di volte. Il vero sogno della Red Bull è far diventare l’olandese il più giovane campione del mondo di F1 della storia e possibilmente replicare quanto fatto in passato con Sebastian Vettel.

E proprio citando il driver di Heppenheim che ci viene automatico pensare come quest’anno potrebbe rivelarsi ancor più pesante e influente il duello fratricida con Charles Leclerc. Pare impossibile, infatti, che le tensioni tra i due galletti si siano risolte in un istante, o ancor di più, che uno dei due si sia proclamato disponibile a cedere a favore del compagno – avversario.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Se quindi a livello umano il Cavallino barcolla a differenza della concorrenza, un’altra botta potrebbe arrivarle sul fronte tecnico. Come detto il genio di Adrian Newey per la monoposto 2020 ha deciso di osare maggiormente, proponendo un musetto atipico e un corpo vettura più snello. Molta attenzione è stata posta sull’aerodinamica andando a riprendere, con intelligenza, alcune idee della W10, perché in certe occasioni, per batterlo il nemico va imitato.

Leggi anche —> Red Bull presenta la RB16: Newey rivoluziona il musetto (FOTO)

La Ferrari contro la Red Bull in pista (Foto Charles Coates/Getty Images)
La Ferrari contro la Red Bull in pista (Foto Charles Coates/Getty Images)

Chiara Rainis