Honda: che errore non “bloccare” Lorenzo per un anno

La Honda ha lasciato andare troppo facilmente Lorenzo e ora lo spagnolo è già in sella alla Yamaha con il bagaglio di conoscenze del suo ex team.

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vissuto una brutta stagione in Honda nel 2019. Lo spagnolo, arrivato nel team giapponese come possibile avversario di Marquez per il Mondiale è caduto in un imbuto senza fine. Il rider iberico è stato vittima di diversi infortuni e il suo scarso feeling con la moto lo hanno costretto a prendere una difficile decisione a fine campionato.

Lorenzo, infatti, ha annunciato a sorpresa di volersi ritirare. I tanti infortuni avuti nell’arco della stagione lo hanno spinto ad avere quasi paura di guidare la moto e per un pilota di MotoGP la paura è un sentimento che non può essere in alcun modo contemplato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Firma con la Yamaha dopo pochi mesi

In quel momento storico però Jorge aveva ancora un contratto di un altro anno con la Honda, contratto che è stato risolto in maniera consensuale dalle parti. A distanza di pochi mesi però lo spagnolo ha firmato per la Yamaha di cui è diventato tester.

Sembra strano a questo punto che un colosso come Honda non abbia pensato di bloccare Lorenzo per un altro anno impedendogli di passare subito alla Yamaha. L’iberico, infatti, è sicuramente in possesso di dati sensibili sulla moto dell’anno scorso e potrebbe aiutare non poco lo sviluppo della M1. Stona quindi questo atteggiamento della HRC che potrebbe pesare anche sulla prossima stagione.

Antonio Russo

Lorenzo (Getty Images)
Lorenzo (Getty Images)