Kebab, conservava salsa allo yogurt nei secchi di vernice

0
92
Polizia municipale
(foto dal web)

Sequestro giudiziario di un punto vendita di Kebab e pizze a Torino. Conservava salsa allo yogurt nei secchi di vernice: denunciato il titolare

Gli Agenti del IV Comando San Donato Campidoglio Parella della Polizia locale di Torino hanno effettuato un controllo presso un’attività artigianale di vendita di pizza e kebab in via Nicola Fabrizi. Nel magazzino del locale, all’interno di un frigorifero, insieme ad altre materie prime utilizzate, sono stati trovati due contenitori da dieci litri in plastica, che precedentemente contenevano vernice, ricolmi di salsa allo yogurt. Questi contenitori, evidentemente, non risultavano essere ad uso alimentare e sono stati posti sotto sequestro giudiziario. Per quanto riguarda il titolare dell’esercizio, un cittadino di nazionalità egiziana di 32 anni, è indagato perché impiegava per la preparazione di alimenti sostanze in cattivo stato di conservazione.

Alimenti nei secchi di vernice, ultimo caso di sequestri di kebab

Il sequestro giudiziario di Torino è solo l’ultimo di una lunga sequela di sequestri. Il più ingente degli ultimi mesi risale ad ottobre. Nel corso di un sevizio di vigilanza stradale, un equipaggio della Sottosezione Polizia Stradale di Lamezia Terme, nei pressi dello svincolo autostradale della città lametina, ha proceduto al controllo di un furgone “frigo”, con targa francese, adibito al trasporto di sostanze alimentari. Dopo aver fermato il mezzo, una volta aperto lo sportello, gli agenti hanno rinvenuto delle sostanze alimentari; nello specifico si trattava di Kebab di pollo, ali di pollo, polpette di ceci e dolci, destinati alla tentata vendita nel comprensorio lametino. Da successive verifiche risultava che gli alimenti trasportati, privi di documenti attestanti la provenienza, non rispettavano i canoni di igiene e sicurezza alimentare prevista dalla specifica normativa di settore e, soprattutto, il trasporto veniva effettuato senza rispettare il regime di temperatura controllata. All’interno del vano carico, infatti, si registrava una temperatura di + 20° C, sebbene alcuni alimenti richiedevano una temperatura di conservazione inferiore allo zero. A Roma, lo scorso agosto, mancava la documentazione sulla tracciabilità per ricostruire la filiera. In più la data di scadenza era già passata. Venti tonnellate di kebab stavano per uscire da un grosso centro di stoccaggio di Ciampino, vicino Roma, per essere commercializzati. Un blitz del Nas dei carabinieri ha bloccato distribuzione.

Polizia Locale Milano
Polizia Locale (foto dal web)

Leggi anche > Pesce sequestrato, colpo della capitaneria