Stefano Fresi e Alessandro Benvenuto stavano tornando a casa dopo uno spettacolo, quando la loro auto è stata centrata da un sasso lanciato dal cavalcavia.

Stefano Fresi
Stefano Fresi (photo Instagram)

Fortunatamente solo tanta paura per Stefano Fresi e Alessandro Benvenuti vivi per miracolo dopo che l’auto su cui viaggiavano è stata colpita da un sasso lanciato dal cavalcavia. I due attori stavano tornando verso Roma dopo aver recitato nel loro spettacolo Don Chisciotte al teatro di Gessopalena, in provincia di Chieti.

Alla guida c’era Stefano Fresi, stavano viaggiando lungo la A25 verso la Capitale, quando un sasso ha mandato in frantumi il parabrezza della loro vettura. Solo per un «miracolo sono riuscito a mantenere il controllo dell’auto – ha raccontato Stefano Fresi all’Ansa – il sasso ha bucato il parabrezza e i vetri hanno investito Alessandro che era seduto al posto del passeggero e aveva la cintura allacciata, per fortuna non abbiamo riportato ferite ma lo spavento è stato davvero tanto”.

Il racconto della tragedia sfiorata

Era da poco passata la mezzanotte, i due attori erano un po’ stanchi, ma fortunatamente hanno avuto la freddezza e lucidità per non sbandare con l’auto, senza farsi prendere dal panico. Sono riusciti a intravedere due sagome sul cavalcavia, ma impossibile intercettare i due delinquenti. Fortuna ha voluto che il sasso abbia colpito Alessandro Benvenuti seduto al fianco dell’autista. “Se avesse preso me che ero alla guida non so se sarei riuscito a mantenere il volante”.

Sul posto sono intervenuti il personale di Strada dei parchi, la polizia stradale di Pratola Peligna e i carabinieri di Avezzano. Sono stati ritrovati diversi sassi sotto il cavalcavia, ma stavolta nessuno ci ha rimesso la vita solo per un puro caso. Dopo qualche ora di stop i due attori sono tornati in viaggio: “A quel punto era calata la nebbia, e l’abbiamo presa a ridere… Ci siamo guardati, non era proprio serata ci saremmo dovuti fermare – ha concluso Stefano Fresi – invece di ripartire dopo lo spettacolo”.

Sui social il noto attore romano ringrazia poi i suoi fan: “Non volevo spargere questa notizia, questi criminali da strapazzo sono pure contenti di aver colpito qualcuno di mediaticamente importante. Poi in autogrill qualcuno ha sparso la voce ai giornali e abbiamo ricevuto tanti messaggi di vicinanza e voglio ringraziarvi tutti. Ci sono andati un po’ di vetri addosso e negli occhi. Stiamo bene, grazie per l’immenso affetto… Questi pazzi ci sono in giro – ha concluso Stefano Fresi -. Quando viaggiate di notte e vedete movimenti strani sul cavalcavia cercate di fermarvi prima o quantomeno cercate di cambiare corsia”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Annunciazione Annunciazione! @sandrobenve

Un post condiviso da Stefano Fresi (@stefano.fresi) in data: