Bradley Smith entusiasta della nuova Aprilia RS-GP. In attesa di riprovarla a Losail, si prepara a sostituire Andrea Iannone.

Bradley Smith
Bradley Smith (getty images)

Nel test di Sepang ha fatto il suo debutto la nuova RS-GP 2020, il prototipo di Aprilia per la classe MotoGP che rappresenta una netta rivoluzione rispetto alle passate edizioni. Aerodinamica rivisitata e più aggressiva, ma soprattutto un nuovo motore V4 a 90 gradi che dovrebbe garantire non solo più potenza, ma anche più stabilità in frenata, dove l’anno scorso hanno sofferto non poco Andrea Iannone e Aleix Espargarò.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Al lavoro per Aprilia il collaudatore britannico Bradley Smith che, in caso di squalifica del pilota di Vasto, prenderà il suo posto in gara. Questi test serviranno non solo a collaudare la nuova moto di Noale, ma anche a riprendere il ritmo gara per farsi trovare pronto per la prima gara in Qatar il prossimo 8 marzo. “La nuova moto era naturalmente attesa con impazienza. Ad essere onesti, è arrivata un po’ più tardi del previsto, ma è valsa la pena di aspettare”, ha dichiarato il 29enne britannico durante il test di Sepang.

Leggi anche —> Rivola: “Iannone? Speriamo che i giudici non pensino al gossip, ci manca”

Smith pronto a sostituire Iannone

Il tempo extra necessario per allestire la nuova versione ha ripagato abbondantemente le aspettative. I piloti sono soddisfatti, anche se si tratta ancora di una fase embrionale che richiede mesi di lavoro per essere migliorata. Gli ingegneri Aprilia hanno compiuto un ottimo lavoro, merito anche delle indicazioni offerte da Iannone ed Espargarò nel corso del 2019: “Avevamo bisogno di una svolta. Penso che abbiamo fatto sicuramente un passo avanti su questa pista e non vedo l’ora di mettere la moto alla prova anche su altri circuiti”.

Dal 22 al 24 febbraio, i lavori sulla nuova moto MotoGP continueranno durante i test del Qatar prima che inizi il Mondiale. Aprilia sta ancora aspettando la sentenza sul caso doping di Andrea Iannone, ma a prescindere da ciò Bradley Smith disputerà alcune gare nella stagione 2020: “Come l’anno precedente, prevediamo di sfruttare quattro o cinque wild card, ma non abbiamo ancora deciso tutto al 100%. L’idea, tuttavia, è di scendere in pista per la prima volta al Mugello e poi immediatamente a Barcellona”. Ma probabilmente sarà in pista già a Losail per sostituire Andrea Iannone.

Bradley Smith
Bradley Smith (Getty Images)