Puig: “Con Lorenzo non abbiamo rotto noi: ecco cosa gli auguro”

0
594

Alberto Puig è tornato a parlare della spinosa questione legata al ritiro di Jorge Lorenzo. Il team principal della Honda però non serba rancore.

Lorenzo (Getty Images)
Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo ha vissuto un anno decisamente travagliato in Honda. Il pilota spagnolo, arrivato con le stigmate dell’anti-Marquez si è ritrovato a lottare con una moto lontana dal suo stile e soprattutto con i tanti infortuni che non gli hanno mai permesso di essere in pista al 100%. Tutte queste cose, unite insieme, hanno spinto l’iberico a prendere la sofferta decisione di lasciare a fine anno la MotoGP.

La voglia di guidare però, unita alla spinta propulsiva della Yamaha che ha fatto carte false per averlo ha fatto si che Jorge ritornasse parzialmente sui suoi passi firmando così un contratto per essere il nuovo tester del team di Iwata, per la gioia degli ingegneri giapponesi che così potranno avere qualche feedback da un rider che ha guidato negli ultimi due anni le moto di riferimento in MotoGP: Ducati e Honda.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Puig non serba rancore

Come riportato da “Motorsport.com”, Alberto Puig in merito alla questione ha così dichiarato: “La Honda non augura cose brutte a Lorenzo. Noi gli auguriamo di avere tutta quella fortuna che non ha avuto con noi. Quando mi ha detto che non voleva più correre ero convinto che fosse così. Ora, invece, ha deciso di tornare, ma tutti sono liberi di fare della propria vita ciò che pensano possa farli felici”.

Il team principal della Honda ha poi proseguito: “Quando un pilota ti viene a dire che non ha più motivazioni e non si sente pronto a correre perché ha paura di farsi male non è che puoi fare molto. Non siamo stati noi a rompere l’accordo”.

Antonio Russo

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)