Fisco agevolato per gli stranieri: cosa c’è di vero?

0
40

Il Fisco agevolato per gli stranieri per attirare nuovi capitali è nato nel 2017 con l’introduzione dell’imposta sostitutiva forfettaria. Ma come funziona?

Fisco agevolato per gli stranieri: cosa c'è di vero?
Calcolatrice alla mano (foto Pixabay)

Quasi nuova di zecca, introdotta nel 2017, si tratta della tassa forfettaria per gli stranieri che ha lo scopo di attirare investimenti e quindi denaro nel nostro paese. Ma chi investe effettivamente in Italia? E come funziona il meccanismo introdotto con questa legge?

Si tratta di un regime fiscale agevolato per chi sposta il proprio capitale dall’estero all’Italia.

Allo Stato questa soluzione interessa perché così facendo può incidere su capitali che diversamente non esisterebbero; agli investitori conviene perché la tassazione è di granlunga migliore di quella alla quale sarebbero stati sottoposti i capitali diversamente.

Come funziona il fisco agevolato per gli stranieri

Il meccanismo è presto riassunto: se si sposta in Italia un capitale, insieme alla propria residenza, si diventa un contribuente attivo. In questo modo scatta l’agevolazione.

E’ così che negli ultimi 3 anni oltre 300 stranieri facoltosi hanno deciso di trasferirsi in Italia (insieme al prezioso capitale). L’imposta forfettaria è di 100mila euro l’anno, infatti.

Intanto, anche altri e numerosi stanno facendo domanda per emularli. Si tratta sempre di stranieri facoltosi visto che dichiarano al Fisco somme importanti.

Chi sono i ricchi stranieri che hanno scelto l’Italia per portare qui i propri capitali?

Si tratterebbe di campioni sportivi, top model, emiri, imprenditori. Ovviamente i nomi di questi signori non sono stati divulgati.

Ma sappiamo che arrivano in primis da Gran Bretagna, Brasile, Francia, Svizzera e Stati Uniti nonché da Ucraina, Argentina, Cipro, Emirati Arabi, Mauritius, Principato di Monaco, Russia, Australia, Giappone, Iran e Singapore.

Una precisazione interessante riguarda i redditi prodotti in Italia dagli stranieri che hanno spostato la propria residenza nella Penisola: non soggiacciono alla fiscalità agevolata, bensì alle 5 aliquote Irpef oggi vigenti.

Tutto questo in attesa dell’annunciata riforma.

Leggi anche—>Riforma delI’Irpef: ci siamo quasi

Fisco agevolato per gli stranieri: cosa c'è di vero?
Globo_pixabay