MotoGP, test Sepang, giorno 3: la classifica finale e i tempi

Si chiude sempre nel segno di Fabio Quartararo anche la terza ed ultima giornata di test pre-campionato della MotoGP a Sepang. Dietro di lui Crutchlow

Fabio Quartararo sulla Yamaha nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
Fabio Quartararo sulla Yamaha nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)

Non lo ferma più nessuno: Fabio Quartararo domina e chiude in testa anche la terza ed ultima giornata dei test pre-campionato della MotoGP a Sepang, completando l’en plein del weekend. 1:58.349 il miglior tempo finale della tre giorni, che lima un altro paio di decimi al riscontro cronometrico di ieri.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In casa Yamaha è stata una sessione molto intensa: in particolare, i due piloti ufficiali Valentino Rossi e Maverick Vinales hanno provato parecchie nuove soluzioni tecniche, sfruttando fino agli ultimi minuti a disposizione, a differenza di molti altri team che hanno concluso le prove in anticipo, anche a causa della pioggia caduta sul finale.

Quante novità sulla Yamaha

Sulle M1 sono spuntati così i deflettori sul cupolino, per migliorare la penetrazione in rettilineo e dunque la velocità massima, il copridischi e anche un dispositivo idraulico di tipo “holeshot” per abbassare l’ammortizzatore posteriore, sulla scorta di quello inventato dalla Ducati. I riscontri sono stati positivi, almeno stando al quinto posto stabilito da Rossi, a meno di due decimi dalla vetta, mentre Vinales si è fermato al diciottesimo.

In sella si è rivisto anche il neo-collaudatore Jorge Lorenzo, che ha lavorato su ergonomia, altezze e posizione di guida. Por Fuera, però, si è limitato a compiere tentativi da tre o quattro giri ciascuno, testimoniando probabilmente una condizione fisica ancora non ottimale, e ha chiuso soltanto ventesimo.

Marc Marquez non è in forma… e ricade

I problemi fisici continuano a tormentare anche Marc Marquez, dolorante alla spalla destra operata al novembre scorso, e anche alla mano sinistra, che deve compensare la mancanza di forza del lato opposto. Dopo le prime due uscite in pista, il Cabroncito si è dovuto far medicare per venti minuti, e sul finale è anche caduto alla curva 14 per via della stanchezza, chiudendo solo sedicesimo in classifica. La sua riabilitazione, insomma, è ancora lontana dal completamento e il rischio è che non si presenti in forma perfetta nemmeno al Gran Premio inaugurale della stagione in Qatar.

La Honda si può però consolare con il secondo tempo di Cal Crutchlow, ad appena 82 millesimi dal leader Quartararo. Alle sue spalle, terzo Alex Rins, che ha sperimentato con soddisfazione il nuovo telaio della Suzuki completamente in alluminio, senza la fodera esterna in carbonio per aumentare la rigidezza. Ormai deliberato anche il motore. Per quanto riguarda il suo compagno di squadra Joan Mir, invece, si è piazzato decimo anche a causa di una caduta in avvio delle prove: senza conseguenze per lui, ma che ha distrutto una carena della sua moto. Come lui, è finito per terra a inizio test anche il collaudatore della Ktm, Mika Kallio.

Ducati lavora sulle gomme

Capitolo Ducati: il migliore di giornata è il sorprendente Pecco Bagnaia, quarto, mentre Danilo Petrucci segue al sesto posto, alle spalle di Valentino Rossi. Un po’ più arretrato di ieri Jack Miller, solo ottavo, anche a causa di una scivolata dovuta ad un problema di pressione dell’olio. Solo quattordicesimo, invece, Andrea Dovizioso, oggi ancora impegnato nelle prove di ciclistica per far funzionare al meglio la gomma posteriore, nell’ambito delle quali ha anche sperimentato l’ammortizzatore provato ieri dal suo compagno di squadra.

Dietro di lui, quindicesimo, ha chiuso il neo-ducatista Johann Zarco, che ha scoperto probabilmente una Desmosedici molto più fisicamente impegnativa di quanto si aspettasse, tanto da accusare problemi alle braccia. Prima di sperare di andar forte, il francese dovrà cercare di adattare il suo stile di guida alla nuova moto.

Ancora indicazioni positive dalla nuova Aprilia, che chiude nona con Aleix Espargaro, al termine di una giornata dedicata soprattutto alle prove sul passo gara, che si sono rivelate altrettanto convincenti.

La classifica del giorno 3 dei test MotoGP a Sepang

Posizione Numero Pilota Distacco
1
20
F. Quartararo
1:58.349
2
35
C. Crutchlow
+0.082
3
42
A. Rins
+0.101
4
63
F. Bagnaia
+0.153
5
46
V. Rossi
+0.192
6
9
D. Petrucci
+0.257
7
44
P. Espargaro
+0.261
8
43
J. Miller
+0.267
9
41
A. Espargaro
+0.345
10
36
J. Mir
+0.387
Cal Crutchlow sulla Honda nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
Cal Crutchlow sulla Honda nei test MotoGP di Sepang (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)