MotoGP, Marc Marquez: “Preoccupa più la Honda della spalla”

0
3591

Marc Marquez sperava di essere in una condizione fisica e tecnica migliore nel test MotoGP di Sepang. Il pilota lancia un messaggio chiaro alla Honda.

Marc Marquez MotoGP
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez ha concluso con il dodicesimo tempo il terzo e ultimo giorno di test MotoGP a Sepang. Sono 47 i giri completati dall’otto volte campione del mondo, protagonista anche di una nuova caduta.

La spalla destra operata a novembre non è ancora al 100% e dunque lo spagnolo non può ancora guidare come vorrebbe. Il suo miglior crono è stato di 1’58″772, che lo posiziona tredicesimo nella classifica combinata dei tre giorni di test in Malesia. Nel prossimo appuntamento in Qatar le sue condizioni fisiche saranno migliori e anche il suo livello di competitività in pista salirà.

Leggi anche —> Questa Suzuki cresce bene: i piloti promuovono telaio e motore nuovi

MotoGP 2020, test Sepang: il resoconto di Marquez

Marquez al termine della giornata si è concesso ai microfoni dei giornalisti per un riepilogo: «A mezzogiorno ero a pezzi – riporta Marcae nel pomeriggio sono uscito nuovamente, ma sono caduto perché mi mancava già energia. Ho raggiunto il limite del mio corpo perché al mattino avevo forzato un po’ di più. La posizione del corpo non è ancora quella che vorrei. Comunque abbiamo fatto una buona mattinata, anche se al box non ho potuto dare indicazioni molto precise dato che non guidavo al meglio».

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ovviamente gli viene domandato della caduta successa nel pomeriggio e risponde così: «In altre condizioni avrei potuto fare un salvataggio, ma con la spalla così non era il caso. Ho spinto il mio corpo al limite».

Il pilota del team Repsol Honda MotoGP si è espresso anche sulla situazione tecnica attuale, invitando la sua squadra a fare progressi: «Honda deve continuare a lavorare e spingere, perché gli altri marchi sono migliorati. I rivali hanno fatto passi avanti, Yamaha e Suzuki sono migliorate. Dobbiamo proseguire nel nostro lavoro per crescere».

A proposito della condizione della sua spalla destra, Marquez ha spiegato: «Speravo di sentirmi meglio. Il deltoide destro è al 60%, non credevo che quel muscolo fosse così importante. Vedremo come reagirà la spalla dopo il lavoro svolto in questi giorni».

L’otto volte campione del mondo ha fatto anche un commento sulle nuove gomme Michelin: «Con questa aderenza, Vinales e Rins sono i più veloci».

Marquez qualche preoccupazione ce l’ha e non nasconde le proprie sensazioni: «Per la prima gara in Qatar sono più preoccupato più per la moto che per la mia condizione fisica. Ci sono cose che abbiamo provato e che non mi hanno convinto. La concorrenza ha fatto passi avanti in quegli aspetti». Il fenomeno di Cervera lancia un messaggio chiaro alla Honda: bisogna migliorare.

Marc Marquez MotoGP
Marc Marquez (©Getty Images)