Cal Crutchlow: “Sono secondo? In gara non sarà così facile”

Cal Crutchlow chiude 2° il test di Sepang, ma non è per nulla soddisfatto delle sensazioni con la parte anteriore della Honda 2020.

Cal Crutchlow
Cal Crutchlow (getty images)

La miglior Honda dei test è quella di Cal Crutchlow del team LCR, che chiude al secondo posto a meno di un decimo dal best lap di Fabio Quartararo. Ma il pilota britannico non è soddisfatto della RC213V 2020, soprattutto per il cattivo feeling con l’avantreno che, rispetto alla scorsa stagione, non è migliorato di una virgola. Anzi, a suo dire è peggiorato.

Nonostante questo feedback negativo Cal Crutchlow ha terminato i test drive di tre giorni al secondo posto nella classifica combinata. Ma ha ben poco significato in vista del ritmo gara e dell’inizio di stagione. “Fare un tempo sul giro veloce e arrivare sul podio sono due storie diverse”, ha detto il pilota del team privato Honda. “Sono sicuro che alcuni dei ragazzi che hanno fatto segnare oggi un giro veloce non saranno vicini al podio tutto l’anno. L’abbiamo visto l’anno scorso con Bagnaia, che è stato velocissimo nei test qui e poi è appena arrivato tra i primi otto”.

Problemi all’avantreno della Honda 2020

Le preoccupazioni di Crutchlow sono già rivolte alla prima gara in Qatar dell’8 marzo. “Se guardi il ritmo, è stata una giornata positiva, ma non è stata una gara. Dobbiamo vedere come andrà quando arriveremo in Qatar e inizierà la stagione. So di avere il potenziale per ambire al podio, ma ripeto, mi sembra difficile con la moto che ho adesso. Non è facile da guidare e dobbiamo capire come farlo con queste gomme. Abbiamo due diversi problemi: il telaio e il motore. Il problema è che il motore è praticamente deliberato, quindi dobbiamo aggirarlo”.

La nota dolente di questa RC213V resta l’avantreno, soprattutto in ingresso curva, mentre sul rettilineo non dà problemi. Per quanto concerne la forma fisica il britannico non si sente ancora al top della forma. “Sento come se un autobus mi avesse investito perché non avevo mai guidato prima di rimettermi in forma. Dovranno tirarmi fuori dall’aereo lunedì mattina… Per quanto riguarda la stagione, so di avere ancora la velocità. È sempre positivo”. Tra due settimane si torna in pista in Qatar, dove si attendono novità sul telaio. “Non ne so ancora nulla, non ne abbiamo ancora parlato. Voglio riprovare alcune cose che abbiamo già testato qui. Il Qatar è davvero un buon posto perché è una pista che evidenzia i punti di forza e di debolezza”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La Honda 2020 di Cal Crutchlow ai box nei test MotoGP di Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
La Honda 2020 di Cal Crutchlow ai box nei test MotoGP di Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)