Con il quarto posto nella terza e ultima giornata di test MotoGP a Sepang, Pecco Bagnaia è il migliore dei piloti Ducati per il team satellite Pramac

Pecco Bagnaia ai box del team Pramac Ducati nei test MotoGP a Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Pecco Bagnaia ai box del team Pramac Ducati nei test MotoGP a Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il nome del migliore della nutrita truppa Ducati nella terza e ultima giornata dei test MotoGP di Sepang è, a sorpresa, quello del nostro Pecco Bagnaia: quarto assoluto, a poco più di un decimo e mezzo dal primo posto occupato dal solito Fabio Quartararo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un risultato inaspettato ma non certo immeritato, quello del pilota torinese, che ha stampato il tempone in mattinata per poi dedicarsi alla simulazione sul passo gara nel pomeriggio. Un lavoro utile per adattare sempre di più il suo stile di guida alla Desmosedici 2020 e soprattutto alle nuove gomme Michelin, che richiedono una percorrenza più fluida per evitare un’usura rapida ed eccessiva.

“È stata una giornata molto positiva, nel giro secco siamo stati molto veloci”, spiega Bagnaia. “Quello che mi è piaciuto di stamattina è stata la costanza con il mio ritmo e la simulazione di gara di oggi pomeriggio ci è servito per capire tante cose: come si comportano queste gomme e come devo mantenere il ritmo. È stato in generale un test positivo, siamo contenti e partiamo con una bella base per il Qatar”.

Anche Miller in top ten per la Pramac

Il suo compagno di squadra al team satellite Pramac, Jack Miller, chiude ottavo una giornata in cui si è dedicato soprattutto allo sviluppo della moto, della quale sta ancora scoprendo il potenziale e gli assetti ideali. Jackass è stato anche autore di una scivolata dovuta ad un problema di pressione dell’olio

“Un finale positivo dei tre giorni di test in Malesia”, racconta l’australiano. “Abbiamo fatto tante modifiche anche oggi, siamo stati fortunati che il meteo è rimasto asciutto fino agli ultimi venti minuti. Siamo sempre più felici di come funziona la moto, c’è ancora qualche dettaglio su cui lavorare ma in generale nei tre giorni siamo sempre stati veloci e abbiamo fatto quello che volevamo. Oggi ho fatto il migliore tempo con la gomma media posteriore e sono rimasto molto sorpreso. Abbiamo lavorato bene con la squadra, adesso un paio di giorni di relax e poi inizierò a preparare il Qatar”.

Leggi anche —> MotoGP, test Sepang, giorno 3: la classifica finale e i tempi

Pecco Bagnaia sulla Pramac Ducati nei test MotoGP a Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)
Pecco Bagnaia sulla Pramac Ducati nei test MotoGP a Sepang (Foto Mirco Lazzari gp/Getty Images)