Test MotoGP, Alex Marquez: “Lavoriamo bene come squadra”

0
97

Alex Marquez non bada troppo ai tempi in questi test di Sepang. Prosegue il lavoro di adattamento alla RC213V.

Alex Marquez
Alex Marquez (getty images)

Il pilota della Repsol Honda Alex Marquez chiude il sabato di test in Malesia al 17esimo posto, ma ancora non bada ai tempi- Il campione della Moto2 prosegue a farsi strada nella classe regina e a prendere confidenza con la RC213V, a volte girando in tandem con suoi fratello Marc Marquez per apprendere qualche segreto e alcune nozioni di stile di guida.

Alex Marquez ha partecipato alla tre giorni dello shakedown, sta lavorando a pieno regime per farsi trovare il più pronto possibile in vista della prima gara in Qatar in programma l’8 marzo. Fino ad allora non baderà troppo alla classifica, anche se rischia di restare schiacciato sotto il peso del fratello campione del mondo. Finora è stato soddisfatto dei primi giorni di test dell’anno. “Lavoriamo molto bene come squadra. Ha funzionato particolarmente bene con le gomme usate. Oggi il mio obiettivo era vedere quanto potevamo durare con pneumatici usati”, ha detto il neo arrivato di Repsol Honda in Malesia. “Anche per me è stato importante poter fare un long run oggi. Il ritmo non era troppo pesante e mi sono reso conto di cosa devo ancora fare fisicamente. Tutto sommato, mi sono sentito bene in sella e oggi sono contento”.

Il 23enne accusa ancora un certo ritardo in frenata e nel feeling con l’avantreno, ma una moto muscolosa come la Honda richiede tempo per essere assimilata. Il gap dal miglior crono era di 1,089 secondi, del resto le Moto2 sono molto differenti dai prototipi MotoGP. “In alcune aree perdo ancora molto tempo, devo migliorare. Ma siamo sulla buona strada e stiamo lavorando passo dopo passo. Per me, la cosa più importante è vedere che facciamo progressi”.