Loris Baz non nasconde le sue ambizioni e quelle del team Ten Kate Racing Yamaha per il campionato mondiale Superbike 2020. C’è voglia di fare grandi risultati.

Loris Baz Team Ten Kate Yamaha
Loris Baz con il Team Ten Kate Racing Yamaha (©Getty Images)

Tra i piloti da seguire con interesse nel campionato mondiale Superbike 2020 c’è sicuramente Loris Baz. Il 27enne francese è andato bene nei test invernali e può ottenere buoni risultati sulla Yamaha del team Ten Kate Racing.

La squadra olandese è rientrata in SBK a stagione in corso nel 2019, ma grazie alla grande esperienza accumulata in passato non ci ha messo troppo a raggiungere un buon livello. Adesso che ha avuto il tempo di prepararsi, può puntare a un’annata di grandi soddisfazioni avendo un pacchetto moto-pilota molto competitivo.

Leggi anche -> Superbike, Bautista compagno di Rea? Kawasaki: “Non avrebbe funzionato”

Superbike 2020, Baz vuole portare in alto il team Ten Kate

Baz in un’intervista concessa al sito ufficiale WorldSBK.com non ha nascosto le sue ambizioni per il campionato 2020: «Vogliamo essere tra i primi cinque in ogni gara e salire sul podio il più spesso possibile. Ovviamente puntiamo alla vittoria. Anche se siamo una squadra indipendente penso che non dobbiamo avere paura di nessuno, come ha già fatto vedere l’anno scorso Toprak Razgatlioglu. Dobbiamo lottare per le posizioni di vertice».

La sensazione è che la stagione Superbike che scatterà ufficialmente a fine mese con il round di Phillip Island sarà assolutamente da seguire, dato il livello della griglia. Il pilota francese conferma: «Sta per iniziare un’annata davvero interessante con molti piloti veloci. Ci sono anche tante case costruttrici. Ci attende una stagione lunga ma noi proveremo a salire sul podio e a divertirci in ogni Round».

Anche se quello Ten Kate Racing è un team privato, Yamaha fornisce un supporto importante. Baz è contento del trattamento ricevuto: «Yamaha ci sta dando un grande appoggio. Possiamo contare su due figure molto importanti come Eric De Seynes e Andrea Dosoli. La squadra è più motivata che mai, è un onore poter scendere in pista con questo gruppo. Mi trovo davvero bene con tutti i ragazzi».

La squadra ufficiale Pata con Toprak Razgatlioglu e Michael van der Mark parte in vantaggio, però anche lui pensa di potersela giocare con loro e con il resto dei top team. Sarà interessante vedere già dal round in Australia se in pista ci sarà l’equilibrio atteso.