Rivola: “Iannone? Speriamo che i giudici non pensino al gossip, ci manca”

0
103

Massimo Rivola durante il primo giorno di test è ritornato sull’argomento Andrea Iannone. L’ex Ferrari spera nell’obiettività di chi giudicherà.

Massimo Rivola (Getty Images)
Massimo Rivola (Getty Images)

Sono giorni difficili in casa Aprilia. La casa di Noale, infatti, si è ritrovata improvvisamente orfana del proprio pilota di punta. Andrea Iannone, al momento è sospeso nell’attesa di nuovi ordini. Il rider di Vasto è accusato di aver assunto sostanze vietate. L’ex Suzuki però si è più volte detto innocente spiegando di aver assunto involontariamente tali sostanze tramite alimenti contaminati.

Come riportato da Sky Sport, Massimo Rivola ha così commentato la difficile situazione: “Andrea Iannone ci manca tantissimo. Non vediamo l’ora che ritorni. Su questa cosa potremmo aprire un capitolo, ma credo che non abbiamo abbastanza tempo per trattare l’argomento, posso solo dire che ci manca clamorosamente. Questa è una moto che a lui piacerà tanto”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Rivola: “Sarebbe dovuta essere già finita”

Il numero uno dell’Aprilia ha proseguito: “Il fatto che la FIM si sia presa del tempo per decidere la leggo in maniera positiva perché non era pronta ad un esame così accurato che si usa in criminologia. La scienza dice che l’esame retroattivo più preciso è quello del capello. Mi verrebbe da dire che presentata quella cosa sarebbe dovuta essere già finita”.

Rivola ha così concluso: “Certo la Wada parla dell’esame delle urine, ma se c’è un esame molto più specifico rispetto a quello delle urine, come è già accaduto in altri 8 casi in cui l’atleta è poi stato scagionato al TAS, non vedo perché non debba avvenire la stessa cosa anche con Andrea. Spero che vengano visti i numeri e non i gossip o internet”.

Leggi anche —> Iannone, tutte le stranezze dell’accusa: “Ha mostrato solo foto in mutande”

Antonio Russo

Rivola (Getty Images)
Rivola (Getty Images)