Fabio Quartararo: “Non chiamatemi il sostituto di Valentino Rossi”

0
265

Nel 2021 prenderà il posto di Valentino Rossi nel team ufficiale Yamaha. Ma, per ora, Fabio Quartararo vuole pensare solo a crescere in Petronas

Fabio Quartararo con la moto del team Petronas Yamaha 2020 (Foto (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
Fabio Quartararo con la moto del team Petronas Yamaha 2020 (Foto (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)

La responsabilità di riempire il vuoto che verrà lasciato da Valentino Rossi, un vuoto grande quanto nove titoli mondiali, farebbe tremare le vene ai polsi di chiunque. Ma Fabio Quartararo, ovvero colui che si è meritato l’onore di prendere il posto del Dottore, un mito e un’icona del motociclismo mondiale, non ci vuole pensare. “Non penso a me stesso come il sostituto di Valentino Rossi”, ha messo in chiaro alla presentazione del team Petronas 2020. “Non prenderò il suo posto, perché lui non si è ancora ritirato. Semmai, dovrò fare un buon lavoro per meritarmi il posto nel team ufficiale Yamaha”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un posto che, già da solo, porta con sé una pressione non di poco conto, anche senza pensare a chi lo occupa fino a quest’anno. Specialmente se, come il Diablo, ci si trova a guadagnarsi una promozione del genere con alle spalle appena un campionato in MotoGP, che però è stato sufficiente a trasformarsi da outsider a scommessa vinta, da ultimo arrivato a talento emergente del Motomondiale. “Sono davvero contento di aver firmato il contratto con la Yamaha e di averlo potuto annunciare la settimana scorsa”, ammette Quartararo. “Ora il mio futuro è chiaro, e questo per me è davvero ottimo, perché mi permetterà di concentrarmi pienamente sui miei prossimi tre anni con questa Casa. Conosco già la moto dall’anno scorso, perciò non vedo l’ora di ricominciare”.

Quartararo non punta al titolo (ancora)

Le aspettative nei suoi confronti sono alte, essendo reduce da ben sei pole position, sette podi e il quinto posto in classifica piloti nella sua stagione di debutto. Ma il 20enne transalpino, anche in questo caso, preferisce la via della cautela: “Il 2019, il mio anno di esordio, è stato davvero ottimo”, racconta. “Ho imparato molto, da molti piloti diversi. Quest’anno dovrò lottare, ma non voglio dire di essere pronto per puntare al campionato, perché non lo sono. Credo che nel 2020, fin dal Gran Premio inaugurale in Qatar, potrò concorrere per le prime posizioni. Ho più esperienza e non voglio ripetere gli stessi errori. Lotterò per ottimi piazzamenti in molte gare. Ovviamente, il mio obiettivo è cercare di salire più volte possibile sul podio e lottare per la vittoria alla fine delle gare”. Per il resto c’è ancora tanto tempo.

Leggi anche —> Petronas Yamaha 2020: la nuova arma del talentino Quartararo (VIDEO)

Fabio Quartararo alla presentazione del team Petronas Yamaha 2020 (Foto (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)
Fabio Quartararo alla presentazione del team Petronas Yamaha 2020 (Foto (Foto Mohd Rasfan/Afp/Getty Images)