Boom pillola del giorno dopo. Ma cos’è esattamente?

E’ boom della pillola del giorno dopo ma chi la usa sa che effetti ha? Di certo l’utilizzo è aumentato enormemente negli ultimi anni soprattutto tra le donne più giovani.

Boom pillola del giorno dopo. Ma cos'è esattamente?
Pillole (foto Pixabay)

La pillola del giorno dopo è sempre più utilizzata anche se non sono così noti ai più gli effetti derivanti dal suo utilizzo.

Nel 2018 sono state vendute 573.100 confezioni mentre solo nel 2012 erano “appena” 363.600. Si tratta di un aumento del 58% in soli 6 anni.

Le produce la Hra Pharma, aizenda farmaceutica francesce che grazie ai consumi italiani ha da noi aumentato il proprio fatturato del 170%.

Certamente, il fatto che dall’8 maggio 2015 l’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) abbia deciso che le donne maggiorenni possano acquistare la pillola del giorno dopo senza ricetta non è stato irrilevante sulle vendite.

Leggi anche —>Comprare i farmaci online può fare risparmiare fino al 30%

Quali sono i farmaci in commercio e come agiscono

Ad oggi i farmaci in commercio come “pillole del giorno dopo” sono due: la Norlevo (16,56 euro a confezione) che deve essere assunta entro le 72 ore e la EllaOne (26,83 euro a confezione) che può essere assunta entro le 120 ore.

La questione dell’azione in realtà non è chiara da un punto di vista scientifico. Infatti, non è chiaro se la pillola del giorno dopo impedisca solo la fecondazione oppure abbia anche un effetto anti-annidatorio capace di interrompere la gravidanza.

Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, spiega al Corriere della Sera ciò che fino ad ora è possibile stabilire sulla base degli studi scientifici internazionali.

L’Ulipristal acetato agisce sul progesterone, con due possibili effetti: uno è l’inibizione dell’ovulazione, cioè l’ovulo non ha modo di uscire dal follicolo e incontrare lo spermatozoo. L’altro è una possibile azione sull’endometrio e quindi sull’annidamento dell’embrione.
Ciò che rileva maggiormente è il momento dell’ovulazione. Se la pillola viene assunta prima dell’ovulazione la gravidanza viene evitata nel 77,6% dei casi, se dopo nel 36,4%.

Gli effetti collaterali della pillola del giorno dopo

I più comuni sono cefalea, nausea e vomito: si hanno nel 25% dei casi. Così come stanchezza, dolorabilità dei seni, dolore addominale e alla schiena, capogiri.

Se è vero che il principio attivo Ulipristal acetato è contenuto anche in Esmya, un medicinale utilizzato per il trattamento dei fibromi dell’utero in donne adulte non ancora in menopausa, è anche vero che associato all’uso di Esmya sarebbe riconnessa un’insufficienza epatica (i dati non sono ancora definitivi o confermati).

Boom pillola del giorno dopo. Ma cos'è esattamente?
Coppia a letto (foto Pixabay)