Strage di Erba, la decisione dei giudici sui reperti inediti

0
235

Strage di Erba, i giudici si pronunciano sulla richiesta di Olindo Romano e Rosa Bazzi di analizzare nuovi reperti

strage di erba
Rosa Bazzi ed Olindo Romano (foto dal web) 

Torna a far discutere, a distanza di anni, la strage di Erba, consumatasi nel dicembre del 2006 e per la quale sono stati condannati all’ergastolo in via definitiva Olindo Romano e Rosa Bazzi. Nella strage, morirono Raffaella Castagna, il figlio Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini. La difesa dei due condannati ha richiesto l’analisi di reperti trovati sulla scena del delitto e mai esaminati, per provare a riaprire il caso. Una richiesta respinta dai giudici della Corte d’Assise di Como. Allo stesso modo, però, i giudici hanno aperto allo studio di nuove intercettazioni. In particolare, gli avvocati difensori di Olindo e Rosa avranno accesso a ‘nuovi file originali’ delle intercettazioni che hanno condannato i due e che sono ritenute lacunose.

LEGGI ANCHE >>> Strage di Erba, la sconvolgente scoperta