Semaforo rosso: suoni il clacson? La polizia ti penalizza

0
87

A Mumbai, per frenare l’inquinamento acustico ai semafori, la polizia ha escogitato un inedito quanto bizzarro sistema.

Semaforo rosso
Semaforo rosso (photo Pixabay)

In India l’inquinamento acustico è un bel problema, considerando le milioni di vetture in circolazione in un Paese che conta oltre un miliardo di cittadini. A Mumbai la polizia sta testando un inedito stratagemma per ridurre l’inquinamento acustico da clacson, problema di rilevanza causato dagli automobilisti quando sono fermi al semaforo rosso.

Mumbai è la città più grande dell’India e conta oltre 18 milioni di residenti. Come riporta il Guardian la polizia sta testando dei dispositivi che prolungano la durata del semaforo rosso in caso di suono di clacson superiore agli 85 decibel. Il più delle volte, anche in Italia, il clacson al semaforo viene suonato per spingere l’auto in testa alla fila a partire appena scatta il verde. Ma in una megalopoli come Mumbai l’inquinamento acustico sta causando non pochi problemi di salute alla popolazione, come stress, problemi di udito e caos aggiuntivo

“Qui suonano anche quando è rosso. Forse pensano di poter far scattare il verde più rapidamente”, spiega un agente di polizia in un video che sta facendo il giro del web. Con questo curioso stratagemma “speriamo di affermare una migliore disciplina stradale e garantire un traffico libero da stress e da rumori sulle strade di Mumbai”. L’esperimento “Honk More Wait More” (più suoni, più aspetti) ha causato un certo ironico clamore tra i cittadini di Mumbai, ma le autorità sembrano intenzionate ad esportare questo sistema anche in altre città dell’India.