La nota giornalista Rita Dalla Chiesa si è schierata in favore di Matteo Salvini attaccando duramente il movimento delle Sardine a seguito dei fatti occorsi a Palermo.

Rita Dalla Chiesa
(foto dal web)

Lo scorso 3 febbraio, Matteo Salvini si è recato a Palermo: presenza che ha risvegliato le sardine siciliane le quali hanno, come di consueto, organizzato una contromanifestazione. A prendere le difese dell’ex Ministro dell’Interno, Rita Dalla Chiesa, figlia del Generale Carlo Alberto ucciso proprio nel capoluogo il 3 settembre del 1982 dal fuoco di Cosa Nostra. La nota giornalista si è scagliata contro il movimento affermando che il leader della Lega è stato l’unico ad omaggiare la lapide del padre.

Rita Dalla Chiesa con Salvini: “L’unico politico che sia andato a salutare la lapide di mio padre”

Rita Dalla Chiesa in risposta ad alcuni utenti di Twitter avrebbe affermato: “L’unico politico che sia andato a salutare il commissariato di polizia e la lapide di mio padre è stato Matteo Salvini. Mentre le Sardine ballavano e bevevano birra in piazza“. Il messaggio, apparso sul profilo Twitter della nota giornalista, era riferito alla visita del leader del Carroccio a Palermo a cui ha fatto seguito una contromanifestazione da parte del movimento neo-nato. Rita Dalla Chiesa, figlia del Generale Carlo Alberto ucciso proprio nel capoluogo siciliano il 3 settembre del 1982 dal fuoco di Cosa Nostra, ha voluto esprimere il suo pensiero e la propria posizione attraverso il suo profilo. Matteo Salvini, nonostante le sardine questa volta fossero solo un centinaio, ha dovuto annullare la sua visita a Ballarò ma non quella al commissariato di polizia dove ha reso omaggio ai militari ed alla lapide del Generale Dalla Chiesa. Gesto ovviamente non passato inosservato alla giornalista. L’avvenimento clou della giornata del leader della Lega è stato l’evento al teatro Massimo di Palermo che ha fatto registrare il tutto esaurito, tanto che Salvini avrebbe affermato: “Mi dispiace per le tante persone rimaste fuori la prossima volta – riferisceIl Giornale- prendiamo un palazzetto dello sport o la piazza più grande di Palermo per non lasciare fuori nessuno“.

L’ex vicepremier in merito alla contromanifestazione delle sardine ha, invece, affermato: “Quello delle sardine è un movimento che mi odia, non posso neanche dirgli ‘mettete dei fiori nei vostri cannoni’ perché magari fraintendono. Una brutta vita – riporta Il Giornale- quella che ti vede in piazza contro qualcuno. Io non sono a Palermo contro qualcuno, sono a offrire un’idea di città ai palermitani che vogliono ascoltare. Uno che dice ‘esisto perché non mi piace Salvini’… auguri. Io mi accontento dei sondaggi che danno la Lega al 33.3 per cento. Basterebbe che portassero un’idea. Andare in piazza a dire mi sta sulle balle Salvini, non è che rappresenti un’idea di Sicilia diversa“.

Leggi anche —> Meteo, neve in arrivo: le città che verranno imbiancate

Matteo Salvini
Matteo Salvini (foto dal web)