Neonato malformato coma padova
Un neonato FOTO tuttomotoriweb

Caso di malasanità in Russia. Neonato sfregiato durante il cesareo perchè si è mosso, secondo i medici che hanno arrecato il danno

La malasanità non è soltanto un fenomeno italiano. In Russia una neonata è stata sfregiata durante il taglio cesareo. I medici avevano accidentalmente tagliato il bambino, arrecando una ferita troppo profonda che aveva colpito la guancia durante il taglio cesareo. La mamma fu molto sorpresa da quello che era successo. Non riusciva a capire come i dottori fossero riusciti a tagliare la ferita sul viso del bambino. La diciannovenne giovane mamma russa Darya Kadochnikova credeva che avrebbe dato alla luce il suo primogenito senza alcuna difficoltà. L’ecografia ha mostrato che il bambino si era girato nello stomaco. I medici hanno suggerito il taglio cesareo a causa della postura del bambino. Dary è stata di conseguenza anestetizzata durante la procedura: “Ci dispiace, ma la bambina non avrebbe dovuto muoversi troppo durante il cesareo”, sono state le parole dei medici dopo il caso.

Neonato sfregiato, i casi di malasanità in Italia

Il dottor Fabio Mosca, presidente della Sin, Società italiana di neonatologia, sentito dall’Adnkronos Salute, spiega: “In Italia il 10% dei bambini nasce pretermine sotto le 37 settimane, ma i neonati altamente prematuri, sotto il chilo e mezzo, quelli per cui i rischi sono maggiori, sono l’1%, ovvero poco meno di 5.000 l’anno. Di questi sopravvive l’85%, mentre il 15% muore, ovvero 750 neonati all’anno. “I dati italiani di mortalità neonatale sono ottimi rispetto ad altri Paesi, e il percorso nascite e le cure perinatali sono tra le migliori al mondo. Quando si parla di prematurità – ammonisce il presidente Sin – bisogna assolutamente far passare il concetto che si tratta di una malattia, alla quale si sopravvive grazie a cure altamente sofisticate ed estreme, con cui teniamo in vita bambini che la natura non farebbe sopravvivere. E talvolta non ci riusciamo. Non ci riusciamo in 750 casi ogni anno. Non per questo bisogna per forza trovare degli errori”, conclude il presidente della Sin.

Malore notturno
photo Pixabay

Leggi anche > Tragedia in ospedale, morti neonati

Leggi anche > Maltrattamenti in asilo a Roma