Hamilton-Mercedes, rinnovo rimandato: “Quando inizieremo le trattative”

0
108

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, rivela che inizierà questo mese le complicate trattative per il rinnovo del contratto di Lewis Hamilton

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Steve Etherington/Mercedes)

Non solo le trattative per il rinnovo del contratto di Lewis Hamilton con la Mercedes si sarebbero arenate. Addirittura, non sarebbero mai iniziate per davvero. Lo ha messo in chiaro recentemente, sul suo profilo Instagram, il sei volte campione del mondo, e lo ha confermato anche il suo team principal Toto Wolff.

Leggi anche —> Hamilton smentisce: “Nessun braccio di ferro con la Mercedes sui soldi”

“L’ultima volta in cui ci siamo incontrati è stato alla festa di Natale”, ha rivelato ai microfoni della rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport. “Abbiamo chiacchierato un po’ del futuro. Da allora abbiamo parlato solo su WhatsApp. Se lavori sempre sul filo del rasoio per dieci mesi all’anno, è importante anche prendersi del tempo per riposare. Per questo abbiamo deciso di lasciarci in pace nei mesi di dicembre e gennaio. Quando ricominceremo a febbraio, ci metteremo seduti e ne discuteremo”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Insomma, il mese che è appena cominciato sarà anche quello in cui Hamilton e la Mercedes inizieranno a parlare del prolungamento del loro attuale accordo, che scade a fine stagione. E, stando ai precedenti, potrebbero essere negoziati anche molto lunghi: l’ultima volta, nel 2018, fu necessario attendere fino a luglio per arrivare alla firma. “Essendo un pilota del suo livello, Lewis ha sempre diverse opzioni”, spiega Wolff. “E lo stesso vale per noi. Finché riusciremo a costruire macchine veloci, ci ritroveremo sempre nella situazione di poter scegliere i piloti”.

Hamilton e la Mercedes divisi dai soldi

Ma il punto più delicato di queste trattative rischia di essere quello dei soldi: “In questo caso specifico abbiamo interessi diversi, per esempio per quanto riguarda il lato finanziario”, conferma il boss della Freccia d’argento. Secondo le ultime indiscrezioni di mercato piloti circolate nel paddock, infatti, Hamilton avrebbe preteso un sostanzioso aumento del suo attuale ingaggio, chiedendo ben 66 milioni di dollari all’anno, in cambio di un contratto addirittura quadriennale.

La Mercedes gli avrebbe invece offerto un biennale da 50 milioni a stagione. Insomma, la forbice è piuttosto ampia e non sarà necessariamente così semplice giungere ad un compromesso tra le due parti. Ma Wolff si dichiara ottimista al riguardo: “Anche in passato abbiamo svolto trattative dure, ma alla fine si sono concluse sempre con una stretta di mano. Lewis vuole guidare la macchina più veloce e noi vogliamo il pilota migliore”.

Leggi anche —> L’avvertimento a Hamilton: “Stai chiedendo troppi soldi alla Mercedes”

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Jürgen Tap/Mercedes)
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Jürgen Tap/Mercedes)