Coronavirus, i due coniugi cinesi potrebbero aver contagiato qualcun altro

0
2149

Aumentano i numeri del contagio da nuovo Coronavirus, intanto in Italia una donna di Verona che sarebbe  venuta a contatto con i due coniugi cinesi ora in terapia intensiva allo Spallanzani sarebbe stata ricoverata a seguito di una febbre alta.

Coronavirus sintomi
(foto dal web)

Aumentano i casi di contagio da nuovo coronavirus, arrivati a 24.597, nonché le morti giunte a 494 nelle ultime ventiquattro ore. Una situazione drammatica che ha spinto nel baratro della paura gran parte dei Paesi del mondo i quali hanno iniziato una folle corsa al rimpatrio dei propri concittadini al momento residenti  in Cina. Tra questi l’Italia a cui ben 600 persone stanno chiedendo aiuto per poter far rientro. Proprio nello Stivale si stanno vivendo ore d’apprensione per una donna ricoverata a seguito di febbre alta che sarebbe entrata in contatto con la coppia di turisti cinesi ora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Spallanzani di Roma.

Coronavirus, salgono i numeri del contagio: donna ricoverata a Verona

Si trova ricoverata in ospedale una dipendente dell’Hotel di Verona in cui avrebbero soggiornato i due coniugi cinesi ora in prognosi riservata presso lo Spallanzani di Roma. La donna, stando a quanto riportato dalla redazione di Tgcom24, avrebbe accusato febbre molto alta ed il marito avrebbe allertato immediatamente i soccorsi. Trasportata in isolamento insieme ai figli i medici li avrebbero sottoposti a tutti i test per verificare l’affezione o no da nuovo coronavirus, in linea con il protocollo.

L’Italia, attestatasi per le proprie competenze tra le prime nazioni nella lotta contro il virus, dopo essere riuscita a far rimpatriare ben 56 persone da Wuhan ora si trova ad dover far fronte alla richiesta di altri 600 connazionali rimasti bloccati nel Paese del Dragone i quali non riescono a fare rientro. Stando a quanto riportato da Il Messaggero, alcuni di loro avrebbero affermato: “In Italia pensano solo a chi è a Wuhan, aiutate anche noi“. Anche Germania, Francia e Gran Bretagna hanno iniziato le operazioni per il rimpatrio di chi si trova in Cina.

I numeri dei contagi intanto, continua a salire: i casi avrebbero raggiunto quota 24.597 e le morti 494.

Leggi anche —> Coronavirus, il terribile destino del medico che si accorse per primo del contagio

Coronavirus Cina
(Getty Images)