“Hamilton si può battere, non è un dio”: il rivale gli dichiara guerra

0
507

Lewis Hamilton non è imbattibile: ne sono convinti tanto Flavio Briatore quanto Max Verstappen, che si candida a fermarlo nel Mondiale F1 2020

Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)
Lewis Hamilton (Foto Lat Images/Mercedes)

“Lewis è molto forte, forse addirittura uno dei migliori di sempre. Ma non è un dio. Dio forse è al suo fianco, ma non è lui”. Parole chiare, quelle che Max Verstappen ha affidato ai microfoni dei giornalisti nel corso di una conferenza stampa che lo ha visto protagonista ieri.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dopo le prime schermaglie innescate durante la passata stagione con il campione del mondo in carica, dunque, il giovane olandese della Red Bull stavolta gli riserva una vera e propria dichiarazione di guerra. Si candida, insomma, ad interrompere la sua striscia di titoli mondiali di Formula 1 consecutivi, che dura ormai dal 2016, ovvero da quando il suo allora compagno di squadra Nico Rosberg fu l’ultimo a batterlo.

Anche per Briatore, Hamilton è battibile

Eppure, nonostante nelle scorse stagioni nessuno sia più riuscito a chiudere davanti all’anglo-tedesco della Mercedes, questo non significa che si tratti di un’impresa impossibile. Ad esserne convinto non è solamente Verstappen, ma anche un altro personaggio che, pur non essendo più coinvolto oggi in Formula 1, conosce molto bene la realtà del campionato a quattro ruote: Flavio Briatore.

“Lewis non vince perché è il miglior pilota, ma perché guida una macchina favolosa”, ha dichiarato l’ex team principal pluri-iridato di Renault e Benetton ai microfoni della rivista specializzata Autosprint. “Almeno, è battibile. È un pilota forte e commette pochi errori, ma se qualcuno riuscisse a mettergli pressione addosso, sarebbe tutta un’altra storia”. Proprio quello che Max Verstappen cercherà di fare nel 2020.

Leggi anche —> Lewis Hamilton avverte tutti i rivali: “Quest’anno sarò più forte che mai”

Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)
Max Verstappen e Lewis Hamilton (Foto Lars Baron/Getty Images/Red Bull)