Vettel, il ritorno di fiamma non s’ha da fare: Red Bull gli chiude la porta

0
137

Red Bull chiude la porta in faccia ad un eventuale ritorno di Sebastian Vettel dal prossimo anno: “Costa troppo”, mette in chiaro Helmut Marko

Helmut Marko e Sebastian Vettel (Foto Philip Platzer/Red Bull)
Helmut Marko e Sebastian Vettel (Foto Philip Platzer/Red Bull)

Più che un ritorno di fiamma rischierebbe di trasformarsi in una minestra riscaldata. Per questo, la Red Bull ha spento sul nascere qualsiasi velleità, da parte del suo ex pilota Sebastian Vettel, di tornare a vestire i suoi colori. La permanenza del quattro volte iridato in Ferrari si è decisamente complicata, in virtù del rinnovo a lungo termine del suo compagno di squadra Charles Leclerc e dei deludenti risultati ottenuti nella passata stagione sulla Rossa.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per questo motivo il tedesco ha iniziato a guardarsi in giro, e una notizia che ha fatto molto riflettere è stata la sua recente presenza, a fianco proprio di tutti i piloti della Red Bull, tra gli ospiti della gara di coppa del mondo di sci a Kitzbuehel. Ma che questa visita di cortesia ai suoi ex datori di lavoro possa nascondere una trattativa in corso, lo ha smentito categoricamente il plenipotenziario dei Bibitari, Helmut Marko.

Leggi anche —> Vettel appare a sorpresa in Austria con la sua ex famiglia

“Con il rinnovo di Max, non posso immaginare che con noi corrano le due ‘V'”, ha messo in chiaro il dirigente austriaco, riferendosi a Vettel e Verstappen. “Anche solo per un motivo finanziario sarebbe molto difficile”, ha aggiunto poi ai microfoni del sito specializzato tedesco Motorsport Magazin.

Vettel non tornerà in Red Bull

In effetti, il nuovo contratto firmato da Verstappen prevede uno stipendio da capogiro di ben 40 milioni di euro all’anno, e Vettel ne percepisce dalla Ferrari pochi meno. Un accoppiata tra di loro costituirebbe indubbiamente un dream team, ma anche un esborso economico non indifferente.

Nonostante il suo gran rifiuto, però, Marko continua a ritenere il pilota che contribuì a scoprire e a lanciare in Formula 1 uno dei migliori sulla piazza: “Se Sebastian si trova a suo agio, se ha a disposizione una macchina adatta al suo stile di guida, allora è assolutamente al top”, ha commentato. “Ma lui è un atleta molto diretto, che non vuole saperne troppo di politica o di lotte interne. Leclerc ha un vantaggio con il suo manager Todt (Nicolas, figlio del presidente della Fia Jean, ndr), che è certamente molto bravo in queste aree. Vettel può controbattere con le sue prestazioni”.

Sebastian Vettel ai tempi in cui correva con la Red Bull (Foto Getty Images/Red Bull)
Sebastian Vettel ai tempi in cui correva con la Red Bull (Foto Getty Images/Red Bull)