Nuovo maxi bonus fiscale: ecco come funziona

0
149

Il 30 gennaio il nuovo maxi bonus fiscale è stato approvato con il decreto del Ministero del Lavoro e prevede un maxi sconto sia per i privati sia per le aziende. Ecco cosa prevede.

Nuovo maxi bonus fiscale: ecco come funziona
Bonus (foto Pixabay)

Il maxi bonus fiscale disciplina le erogazioni liberali in natura a favore del Terzo settore e permetterà sia alle persone fisiche sia alle persone giuridiche di godere di specifici sconti sulle tasse sotto forma di detrazioni.

Alla base del bonus deve esserci la donazione di un bene a un qualsiasi ente operante nel settore del no profit ovvero delle Onlus, delle associazioni di promozione e inclusione sociale, organizzazioni di volontariato.

A chi spetta il mazi bonus fiscale e come funziona

Lo sconto fiscale spetterà sia alle persone fisiche che alle imprese.
Ciò che conta è che effettuino una donazione a un ente no profit per poter avere diritto alla detrazione Irpef.

Ciò che cambia è lo sconto sull’imposta reddituale: se l’impresa dona un bene ad un’organizzazione e/o associazione può infatti dedurre in sede di dichiarazione dei redditi il valore del bene donato fino ad un massimo del 10% del reddito complessivo dichiarato.

Se invece la donazione la fanno le persone fisiche queste ultime possono scegliere o la deducibilità o la detrazione Irpef del 30% fino ad un massimo di 30 mila euro l’anno (al massimo il 35% se l’ente a cui è destinato il bene donato è un”organizzazione di volontari).

Se la deduzione supera il reddito complessivo dichiarato il contribuente può far valere il bonus per i successivi 4 anni.

Non più solo donazioni in denaro

Il D.Lgs. n. 117/2017 prevedeva che le agevolazioni fiscali fossero previste solo per donazioni in denaro.
Invece il maxi bonus prevede anche donazioni di materie prime, merci e qualsiasi altro bene “in natura” che possa essere utile.

Tuttavia, ogni donazione sarà soggetta a valutazione.Nuovo maxi bonus fiscale: ecco come funziona

Soldi e tasse (foto Pixabay)