Jorge Lorenzo si fa desiderare: oggi è in pista, ma non sale in moto

0
1104

Nella seconda giornata di shakedown MotoGP, Jorge Lorenzo si presenta in pista a Sepang, ma rimanda a domani i suoi primi giri di pista con la Yamaha

Jorge Lorenzo con la tuta Yamaha nel paddock di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)
Jorge Lorenzo con la tuta Yamaha nel paddock di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)

Continua ad essere rinviato l’attesissimo debutto di Jorge Lorenzo da collaudatore della Yamaha. Se ieri il campione maiorchino non si era nemmeno presentato in pista, visto che era atterrato in Malesia solamente in tarda mattinata e doveva recuperare gli effetti del jet lag, oggi si è invece almeno fatto vedere sul circuito di Sepang. Ha fatto un giro nel paddock, è entrato nei box della Casa dei diapason, ma non è comunque salito in sella alla sua M1.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per assistere ai suoi primi giri di pista dovremo dunque aspettare domani, la terza e ultima giornata degli shakedown della MotoGP. Quello di Lorenzo si sta rivelando un avvicinamento decisamente morbido e graduale al suo nuovo ruolo: in compenso dovrebbe avere modo di recuperare la prossima settimana, visto che sarà impegnato anche nel corso dei test collettivi pre-campionato veri e propri che scatteranno dal 7 febbraio.

Senza Lorenzo, pochi giri per Yamaha

Anche il team Yamaha, dal canto suo, se la sta prendendo decisamente comoda: se ieri i collaudatori si erano limitati a fare qualche chilometro in sella alla R1 da Superbike, oggi il giapponese Katsuyuki Nakasuga ha finalmente compiuto alcuni giri in sella al nuovo modello 2020 della M1, ma comunque senza montare il trasponder. Impossibile dunque conoscere i riscontri cronometrici fatti segnare.

A rallentare i programmi di prove di tutte le squadre, del resto, sono soprattutto le condizioni meteo presenti in Malesia, dove le temperature superano i 47 gradi sull’asfalto, e perciò non possono essere ritenute significative per gli asseti delle moto. In testa rimane al momento, come già ieri, il tester della Ktm Dani Pedrosa, che è sceso sotto il muro dei due minuti così come il suo compagno di marca titolare Pol Espargaro, primo degli inseguitori.

Leggi anche —> Yamaha, esordio rimandato per Lorenzo: arriva tardi e non scende in pista

La Yamaha di Jorge Lorenzo ai box di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)
La Yamaha di Jorge Lorenzo ai box di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)