Ferrari in tribunale: il nome Purosangue è a rischio

0
162

Ferrari in tribunale per rivendicare l’utilizzo del nome Purosangue con cui vorrebbe denominare il suo primo suv in uscita nel 2022.

Ferrari logo
Getty Images

La casa automobilistica Ferrari è entrata in causa contro la Purosangue Foundation (attiva dal 2011 nella diffusione della cultura dello sport pulito e sociale) per accaparrarsi il nome Purosangue, con cui vorrebbe denominare il futuro crossover del Cavallino. La fondazione reclama la paternità del nome, mentre l’azienda di Maranello sostiene che la fondazione non avrebbe mai dato il giusto risalto al proprio nome, non abbastanza da garantirne la titolarità, e negli ultimi cinque anni non la avrebbe utilizzato.

Dal canto suo Purosangue Foundation ricorda di aver collaborato con Adidas nella realizzazione di una linea sportiva. A questo punto a risolvere la diatriba ci penserà l’aula di un tribunale nell’udienza fissata per il 5 marzo. Purosangue significa letteralmente “sangue puro” ed è il nome scelto dalla carità per riflettere il suo lavoro di campagna contro il doping nello sport. Oltre al suo lavoro antidoping, la fondazione ha anche realizzato campi di addestramento per i corridori in Kenya e finanzia controlli sanitari per gli anziani.

Purosangue finisce in tribunale

Alessandro Masetti, un avvocato che rappresenta Purosangue pro-bono, ha detto al Financial Times: “Questo è Davide contro Golia. Il marchio è stato in costante uso, anche in una partnership per la produzione di scarpe da ginnastica e vestiti di marca con Adidas, uno sponsor dell’organizzazione benefica”.

Ma Purosangue è anche il nome scelto da Maranello per il primo SUV Ferrari, che sarà sul mercato a partire dal 2022. Il nuovo SUV (nome in codice 175) avrà quattro posti e sarà lungo cinque metri. Sarà mossa dalla tecnologia ibrida plug-in che lavorerà in simbiosi con motori V6, V8 o addirittura il V12. Il sistema ibrido sarà lo stesso che anima la Ferrari Stradale SF90. Senza contare che il SUV potrà contare sull’ausilio delle sospensioni regolabili in altezza, oltre che di un avanzato sistema antirollio.

getty images