Ritiro pasta fresca dal mercato: l’avviso del Ministero della Salute

0
21829

Il Ministero della Salute ha reso noto il ritiro dal mercato di un lotto di Tortelloni prosciutto crudo per una possibile contaminazione microbiologica.

Nuovo avviso sul sito del Ministero della Salute in merito al ritiro di un prodotto alimentare. Nella giornata di venerdì 31 gennaio è stato pubblicato un comunicato sulla sezione “Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori” per rendere noto il richiamo dal mercato di un lotto di Tortelloni ripieni di prosciutto per una possibile contaminazione microbiologica. Il Ministero ha invitato i soggetti che fossero già in possesso della pasta appartenente in questione a riportarla entro la data di scadenza presso un punto vendita, dove verrà erogato il rimborso o effettuato una sostituzione.

Leggi anche —> 02/02/2020 il giorno palindromo: cosa significa

Ministero della Salute dispone il ritiro di un lotto di Tortelloni prosciutto crudo: possibile contaminazione microbiologica

Il Ministero della Salute, attraverso un comunicato pubblicato sulla sezione “Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori” del proprio sito ha reso noto il ritiro di un lotto di pasta fresca. Nel dettaglio si tratta dei Tortelloni prosciutto crudo a marchio Fior di Pasta richiamati per una possibile contaminazione microbiologica. La pasta, venduta in buste da 1 chilogrammo dall’azienda Pastificio Davena Srl, nello stabilimento di via San Domenico Savio 66/68 a Brusaporto, comune in provincia di Bergamo (marchio di identificazione IT R8V1Y CE). Il lotto del prodotto in questione, commercializzato in Italia da è stata prodotta per Penny Market srl, è identificato dal numero 8619003884 e dalla data di scadenza fissata al 09 febbraio 2020. Il Ministero nell’avviso, ha esortato tutti i clienti che avessero già acquistato la pasta aperta al lotto oggetto del richiamo a riportarla prima della data di scadenza prima di scadenza (09 febbraio 2020) al punto vendita, dove potrà essere effettuata una sostituzione o erogato un rimborso. Il richiamo è stato reso noto anche dalla stessa Penny Market con una nota sul proprio sito in cui l’azienda, scusandosi per il disagio, ha spiegato che il prodotto oggetto del provvedimento è stato distribuito unicamente nei punti vendita delle seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Molise, Basilicata, Calabria, Puglia.

Leggi anche —> Coronavirus, molti utenti associano il patogeno ad una nota birra

Tortelloni
Tortelloni prosciutto crudo oggetto del ritiro (foto dal web)