MotoGP, shakedown Sepang, giorno 1: la classifica finale e i tempi

0
18015

La MotoGP riparte con lo shakedown di Sepang: assente Jorge Lorenzo e la Yamaha, il giorno 1 viene comandato dai collaudatori Dani Pedrosa e Michele Pirro

Dani Pedrosa in pista sulla Ktm negli shakedown MotoGP di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)
Dani Pedrosa in pista sulla Ktm negli shakedown MotoGP di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)

In attesa di Jorge Lorenzo, atterrato in Malesia solo questa mattina e che ha dunque rimandato a domani il suo debutto ufficiale da collaudatore Yamaha, è il suo ex rivale Dani Pedrosa a prendersi i riflettori nella prima giornata di shakedown della MotoGP a Sepang. Il tester della Ktm ha chiuso infatti al comando una sessione movimentata in particolare in mattinata, percorrendo poco meno di 60 giri.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Alle sue spalle un altro test rider, anche lui altrettanto attivo oggi, ovvero Michele Pirro. Il pilota pugliese è sceso in pista con ben due versioni della Ducati: la neonata Desmosedici GP20, equipaggiata ancora con la vecchia aerodinamica dell’anno passato, e un’altra con alcune novità a livello di alette. A chiudere il terzetto dei collaudatori in cima alla classifica, il collega della Suzuki Sylvain Guintoli, stakanovista con oltre sessanta giri compiuti.

Primi passi in MotoGP per Savadori

Fuori dal podio di giornata due debuttanti. Il primo è Alex Marquez, che sta gradualmente scoprendo la sua Honda, per il momento ancora dipinta con la livrea provvisoria della Hrc in attesa della presentazione ufficiale di dopodomani a Giacarta. Il secondo è Brad Binder, sull’altra Ktm, vittima anche di una caduta alla curva 5 nel pomeriggio, per fortuna risoltasi senza conseguenze. Dietro di lui il collaudatore della Honda Stefan Bradl, sempre al lavoro sull’ultimo modello della RC213V.

Chiude la classifica il duo della Aprilia: il collaudatore Bradley Smith, che sul finale del turno ha portato al debutto il rivoluzionato modello 2020 della RS-GP, ma è stato anche protagonista di una caduta alla curva 7, apparentemente riportando anche una leggera lesione ad un dito. Il suo vicino di box oggi è stato il nuovo volto Lorenzo Savadori, che ha iniziato il suo apprendistato di MotoGP dalla moto dell’anno passato.

Assente Lorenzo, la Yamaha ha deciso di non scendere in pista per nulla con la sua nuova M1, limitandosi a far girare i due collaudatori giapponesi Katsuyuki Nakasuga e Kohta Nozane, ma anche Broc Parkes, con delle R1 da Superbike. Bisogna sottolineare che si tratta comunque di test non ufficiali, dunque i piloti non sono obbligati a montare i trasponder sulle loro moto: per questo motivo i tempi riportati in classifica vanno intesi come parziali e ufficiosi.

Leggi anche —> Yamaha, esordio rimandato per Lorenzo: arriva tardi e non scende in pista

La classifica del giorno 1 degli shakedown MotoGP a Sepang

1 – Dani Pedrosa (Red Bull Ktm Factory) – 2:00.625
2 – Michele Pirro (Ducati Team) – 2:00.642 – + 0.017
3 – Sylvain Guintoli (Team Suzuki Ecstar) – 2:01.220 – + 0.595
4 – Alex Marquez (Repsol Honda Team) – 2:01.317 – + 0.692
5 – Brad Binder (Red Bull Ktm Factory) – 2:01.616 – + 0.991
6 – Stefan Bradl (Repsol Honda Team) – 2:01.637 – + 1.012
7 – Bradley Smith (Aprilia Racing Gresini) – 2:02.760 – + 2.135
8 – Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Gresini) – 2:04.888 – + 4.263

Michele Pirro in pista sulla Ducati negli shakedown MotoGP di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)
Michele Pirro in pista sulla Ducati negli shakedown MotoGP di Sepang (Foto dal profilo Twitter di ShooterBikes)