Virus cinese, l’Italia blocca spazio aereo: atterrati gli ultimi voli stamattina

Questa mattina sono atterrati gli ultimi voli dalla Cina, dopo l’annuncio da parte del premier Conte di chiudere lo spazio aereo in Italia ai voli da e per il paese asiatico a causa dell’epidemia da nuovo coronavirus.

Coronavirus
(Getty Images)

Nella serata di ieri il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato la chiusura dello spazio aereo italiano ai voli da e per la Cina. Nonostante la drastica misura, la prima in Europa, stamane, venerdì 31 gennaio, sono atterrati nel nostro paese gli ultimi cinque voli provenienti dalla Cina: tre all’aeroporto di Fiumicino a Roma e due a Milano Malpensa. Dopo il loro arrivo, sui voli è salito il personale sanitario che ha effettuato dei controlli secondo il protocollo.

Leggi anche —> Giuseppe Conte annuncia: “Coronavirus, primi due casi confermati in Italia”

Coronavirus, blocco spazio aereo in Italia: atterrati gli ultimi voli dalla Cina a Roma e Milano

Gli ultimi cinque voli provenienti dalla Cina sono atterrati in Italia nelle prime ore di questa mattina, venerdì 31 gennaio. Nella serata di ieri, il premier Giuseppe Conte aveva annunciato la chiusura dello spazio aereo italiano ai voli da e per il paese asiatico, ma i voli partiti qualche minuto più tardi rispetto alla conferenza stampa sono stati fatti atterrare. Nel dettaglio, come riporta la redazione de Il Corriere della Sera, due voli appartenenti alla compagnia aerea Air China e partiti da Pechino e da Shanghai sono arrivati a Milano Malpensa, mentre tre, decollati da Hangzhou (Air China), Chongqing (Hainan Airlines) e Guanzhou (Southern Airlines), sono atterrati nell’aeroporto di Roma Fiumicino. Dopo l’arrivo nell’aeroporto milanese, come riporta Il Corriere della Sera, sui velivoli è salito a bordo il personale sanitario, munito di mascherine e tute, che ha misurato la temperatura ai passeggeri ed al personale di bordo. I medici hanno, inoltre, consegnato un vademecum con le indicazioni dei presidi a cui rivolgersi nel caso in cui dovessero presentarsi sintomi sospetti facendo anche compilare una scheda con residenza e spostamenti passati e futuri ai soggetti a bordo. Quest’ultima misura, riporta Il Corriere, è stata adottata in modo da poter rintracciare i passeggeri nell’eventuale caso di contagio.

Leggi anche —> Sara Platto, la professoressa italiana a Wuhan che non vuole rientrare in patria

Aeroporto di Milano-Malpensa
L’Aeroporto di Milano-Malpensa (Getty Images)