Tutto suo padre: il figlio d’arte Bayliss Jr pronto al debutto nel Mondiale

0
988

Oli Bayliss, figlio dello storico ducatista Troy, farà il suo esordio nel Mondiale Supersport, e nel paddock della Superbike, nella gara di Phillip Island

Oli Bayliss con suo padre Troy (Foto Robert Cianflone/Getty Images)
Oli Bayliss con suo padre Troy (Foto Robert Cianflone/Getty Images)

Oli Bayliss farà il suo debutto nel Mondiale Supersport il mese prossimo: sarà infatti presente sulla griglia di partenza della gara di Phillip Island, tappa inaugurale del campionato 2020. E il suo, naturalmente, non può essere un esordio come gli altri, nel paddock della Superbike, visto che il cognome che si porta in dote è decisamente pesante.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Oli è infatti erede del tre volte campione del mondo delle derivate di serie, ed ex vincitore di Gran Premi in MotoGP, Troy Bayliss, leggendaria bandiera della Ducati. Il figlio d’arte ha iniziato a seguire le sue orme: a soli 16 anni, infatti, nella passata stagione ha cominciato a correre nel campionato australiano Supersport, chiudendo al quinto posto in classifica piloti.

Cresciuto nel paddock Superbike

La moto con cui correrà Oli Bayliss sulla sua pista di casa non sarà una Rossa, bensì una Yamaha, schierata dal team Cube Racing, che ha appena provato nei test pre-campionato: “Sarà molto dura, perché i miei avversari vanno fortissimo”, mette le mani avanti, “ma sarà anche una grande opportunità poter correre contro alcuni dei ragazzi più forti del mondo, e voglio vedere come mi comporterò contro di loro. Sarà un weekend impegnativo, perché mi dividerò tra il campionato australiano e il Mondiale: una bella sfida, ma mi allenerò sodo per arrivarci in forma”.

Oli farà per la prima volta il suo ingresso da pilota in un paddock che però conosce benissimo: “Quando papà correva in Superbike io conobbi molti meccanici che ci lavorano ancora: forse mi aiuteranno un po’, ma la cosa principale sarà scendere in pista e dare il massimo”.

Cuore di papà Troy Bayliss

E papà Troy? Lui si aspetta grande sostegno per suo figlio da parte del pubblico locale, e anche grande tensione da parte sua: “Per me è difficile, perché quando giro in pista con lui mi diverto tantissimo, ma quando devo restare ai box a guardarlo correre mi sento un padre normale”, sorride lo storico ducatista, “e divento molto nervoso. Sarà la sua prima gara internazionale, quindi sarà emozionante: un’esperienza in ogni caso, poi se porterà a casa qualche punto, ancora meglio!”. In bocca al lupo, Oli!

Troy Bayliss ai tempi della Ducati (Foto Ducati)
Troy Bayliss ai tempi della Ducati (Foto Ducati)