Treviso, bambina muore in ospedale per una encefalopatia necrotizzante acuta

0
61

Nella giornata di ieri, una bambina di 10 anni è deceduta all’ospedale di Treviso a causa di una probabile encefalopatia necrotizzante acuta, complicanza molto rara provocata da un’infezione.

batterio killer
Ospedale (Getty Images)

Una bambina di soli 10 anni è morta nella giornata di ieri all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove era ricoverata da alcuni giorni. Secondo i medici del nosocomio trevigiano, la piccola, Emma Vitulli di Silea (Treviso) sarebbe deceduta per una probabile encefalopatia necrotizzante acuta, complicanza molto rara provocata da un’infezione. La bambina era arrivata domenica al pronto soccorso per una febbre molto alta, i cui sintomi si erano manifestati il giorno precedente. Giunta in ospedale, i medici hanno immediatamente capito che si trattava di qualcosa di grave. Le condizioni di Emma sono rapidamente peggiorate e nonostante i tentativi di tenerla in vita del personale sanitario, purtroppo, Emma è deceduta.

Treviso, bambina di soli 10 anni muore in ospedale per una encefalopatia necrotizzante acuta

Aveva solo 10 anni la piccola Emma Vitulli, la bambina di Silea (Treviso) deceduta nella giornata di ieri, mercoledì 29 gennaio, all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. La piccola era arrivata al nosocomio trevigiano domenica dopo aver accusato una febbre molto alta, i cui sintomi si erano manifestati il giorno precedente. Come riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Corriere della Sera, i medici hanno subito riscontrato un quadro clinico molto grave emerso anche dagli esami specifici come Tac e risonanza magnetica, i quali hanno confermato che la compromissione cerebrale era estremamente pericolosa. Le condizioni della piccola sono peggiorate rapidamente sino alla notte tra domenica e lunedì quando è andata in coma. I medici del nosocomio, come riporta Il Corriere della Sera, hanno provato in tutti i modi a tenere Emma in vita, ma purtroppo ieri il cuore della piccola ha smesso di battere per una probabile encefalopatia necrotizzante acuta, una complicanza molto rara dovuta a un’infezione. A confermare le cause del decesso saranno le analisi che verranno svolte durante le prossime ore. In una nota ufficiale l’Usl n.2 ha spiegato che la patologia è: “estremamente rara, sono descritti non più di un centinaio di casi pediatrici, nella letteratura scientifica, a livello mondiale“. “È una patologia – prosegue l’Usl n.2 come riporta Il Corriere–  conseguente a infezioni virali, su base metabolica-immunomediata, tra le quali anche l’influenza di tipo B, assieme ad altri virus. La progressione della malattia in pochissime ore, l’andamento devastante sul sistema nervoso centrale con compromissione dei centri vitali, rende purtroppo inefficace, in questi casi, qualsiasi tipo di terapia. La letalità della malattia è elevata e in caso di sopravvivenza gli esiti sono, spesso, gravi“.

Leggi anche —> Furto finisce in tragedia: ragazzo perde la vita nel pomeriggio

Ospedale Ca'Foncello di Treviso
Ospedale Ca’Foncello di Treviso (foto dal web)