Aston Martin Vulcan, ecco l’elaborato processo di protezione della vernice – VIDEO

0
746

Topaz, uno dei leader mondiali nel settore delle supercar e delle auto sportive, è di nuovo al lavoro.

aston martin vulcan
(Image by Motor1)

Dopo aver dato a un’Audi R8 e a una Lamborghini Veneno un’adeguata pulizia degli esterni, è giunto il momento che una delle 24 Aston Martin Vulcan del mondo visiti la rinomata azienda di protezione della vernice.

Come ogni volta, l’intero processo inizia con la decontaminazione della carrozzeria del veicolo, che comprende il trattamento delle ruote con una soluzione non acida. Ogni ruota viene poi pulita con una spazzola delicata e l’intera vettura viene ricoperta con una delicata soluzione agli agrumi per rimuovere lo sporco dalla carrozzeria.

Una volta sciacquata l’auto per rimuovere la soluzione di agrumi, le fessure e le aperture dei pannelli vengono spazzolate con cura con delicate spazzole in crine di cavallo. L’auto viene poi risciacquata ancora una volta ed è finalmente il momento di arginare la carrozzeria per rimuovere lo sporco incastrato nel trasparente.

Dopo che l’auto è stata completamente lavata e la vernice è stata corretta, il team Topaz inizia a mettere la pellicola di protezione della vernice. A causa della forma del Vulcan e dei folli componenti aerodinamici, questo è un compito davvero impegnativo.

Ci sono modelli di PPF (pellicola protettiva della vernice) preesistenti in linea per quest’auto, ma nessuno che sia al nostro livello“, spiega Topaz nella descrizione del video. “Di conseguenza, abbiamo progettato completamente nuovi modelli per tutta l’auto, e ci siamo messi al lavoro per proteggere ogni centimetro di quella bellissima vernice Verde Ermes!“.

Lo scopo della progettazione di un modello unico di PPF per questa particolare vettura è quello di evitare la necessità di rifilare la pellicola protettiva in corrispondenza delle fessure del pannello. C’è anche una pellicola protettiva personalizzata per il logo Aston Martin sul cofano. Davvero Incredibile.